3 ragioni per non aprire una posizione

3 ragioni per non aprire una posizione

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
4 marzo 2015



Quando i mercati sono molto volatili, possono portare le posizioni aperte in negativo. La parte più importante di qualsiasi strategia è sapere quando, intelligentemente e razionalmente, rimanere fuori da un commercio. Ecco i nostri tre consigli.

1. Nessun supporto o resistenza in vista

L’analisi tecnica è la spina dorsale della negoziazione. I commercianti usano l’analisi tecnica per individuare i livelli di supporto e resistenza per determinare dove il prezzo andrà nel prossimo futuro. La maggior parte delle strategie di trading sono costruite sul supporto e sulla resistenza, dunque bisogna sì dare una certa attenzione agli eventi di cronaca nel corso della giornata, ma senza tralasciare dei prezzi importanti come supporti e resistenze. Quando si mantiene una posizione profondamente negativa, o si sta contemplando di entrare in una posizione, bisogna guardare il grafico per cercare delle linee di supporto e resistenza. In un’area senza supporto, è probabile che il movimento dei prezzi potrebbe andare in qualsiasi direzione.

2. Bassa ricompensa per il rischio che si corre

Fare un trading di successo dipende dalla massimizzazione dei rendimenti e dalla minimizzazione dei rischi. Quando i livelli di supporto e di resistenza sono entrambi in vista, non è generalmente una buona idea entrare nel mercato. Il beneficio marginale dal toccare un valore di supporto o di resistenza non vale il rischio di un’inversione di tendenza. Meglio tenere sempre presenti i propri criteri di rischio e di gestione del denaro per determinare quando è il momento giusto per entrare in una posizione.

3. Investire alla fine della giornata di trading

Entrare nel mercato tardi nel giorno di trading può essere una cosa redditizia, ma mantenere una posizione aperta nel corso della notte può rovinare il capitale di trading in maniera anche veloce. Coloro che operano secondo la metodologia dello swing trading potrebbero essere in grado di resistere sul mercato aperto, mentre i day trader che operano con una elevata leva finanziaria dovrebbero evitare di aprire delle posizioni troppo tardi. La maggior parte delle strategie di trading si basa sull’evitare le operazioni tardi nel giorno per ridurre i costi dell’interesse e per limitare l’esposizione all’apertura del mercato, un momento sempre molto volatile. Per chi fa day trading è sempre meglio iniziare la giornata di trading partendo da zero, limitando il rischio di trovarsi con delle brutte sorprese durante la notte o nella fase di pre-apertura.

I commercianti di maggior successo sanno leggere le posizioni, è vero, ma sanno anche esattamente quando tagliare le perdite o quando bloccare i guadagni.

Lascia un Commento