3 ragioni che possono influenzare i prezzi del petrolio

3 ragioni che possono influenzare i prezzi del petrolio

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
24 novembre 2014



Capire che cosa causa un movimento del prezzo del petrolio può spesso essere un argomento di confusione per coloro al di fuori del mercato delle materie prime. Ci sono una serie di fattori che influenzano il prezzo del petrolio sia negli Stati Uniti che all’estero e comprendere la complessità di prezzi del greggio può aiutare gli investitori a scegliere meglio i loro investimenti in questo commodity ad alta richiesta.

I prezzi del petrolio sono guidati dai cambiamenti globali della domanda e dell’offerta insieme a tutta una serie di altri fattori geopolitici. La produzione di petrolio in tutto il mondo è controllata dall’OPEC, l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, che mira a mantenere un prezzo al barile stabile. L’obiettivo dell’OPEC negli ultimi dieci anni è stato quello di mantenere il prezzo del petrolio a circa 30 dollari al barile, però grandi eventi mondiali hanno reso questo compito sempre più difficile col passare del tempo.

Le guerre, le recessioni e delle condizioni meteo devastanti sono i principali fattori esterni che possono influenzare i prezzi del petrolio. Nel 2005 l’uragano Katrina ha interrotto la produzione di petrolio lungo la costa del Golfo del sud degli Stati Uniti. La fornitura è stata precipitosamente tagliata e la domanda è rimasta la stessa, cosa che ha portato i prezzi del petrolio ad aumentare ad oltre 70 dollari al barile in un breve periodo di tempo. Mentre i prezzi alla pompa hanno raggiunto il picco, il presidente Bush ha rilasciato 30 milioni di barili di petrolio della Riserva Strategica (SPR) portando il prezzo del petrolio di nuovo verso il basso.

L’instabilità politica in Medio Oriente ha causato grande preoccupazione per l’accesso al petrolio dato che questa regione rappresenta una grande quantità della fornitura di petrolio in tutto il mondo. Nel luglio del 2008 i prezzi del petrolio hanno raggiunto oltre 136 dollari al barile a causa delle preoccupazioni globali per le guerre in Iraq e in Afghanistan. Uno dei motivi principali legato all’aumento così forte dei prezzi del petrolio è dovuto al fatto che i fornitori non sono riusciti a convincere gli acquirenti che sarebbero stati in grado di fornire correttamente greggio, senza interruzioni.

In una recessione ci sono un certo numero di fattori che possono portare ad un calo della domanda di greggio. In primo luogo, i consumatori tagliano le loro spese quotidiane e l’auto è una delle prime cose. Molti datori di lavoro, nel tentativo di capire lo sforzo finanziario dei loro dipendenti, consentono loro di lavorare da casa uno o due giorni alla settimana. Questa riduzione di costi legati alla guida è un mezzo per risparmiare denaro e, ovviamente, diminuisce la domanda di carburante e farà ridurre i prezzi del greggio.

Lascia un Commento