4 consigli per fare Forex

4 consigli per fare Forex

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
1 febbraio 2013



Fare trading da casa è una cosa che tutti possono fare, basta avere un computer ed una connessione alla rete internet. Questo ovviamente non significa che tutti possono guadagnare denaro da tale investimento, dato che bisogna farlo in maniera coerente e precisa. Vediamo alcuni interessanti consigli.

Per prima cosa occorre chiudere le posizioni in perdita senza un attimo di esitazione e lasciare andare le posizioni in guadagno, così da accumulare maggiori profitti. Non bisogna aver paura che il mercato si inverta e si perda parte dei profitti, dato che è fondamentale guardare nel lungo termine.

Conoscere le ore di mercato più attive per delle determinate coppie di valute è altrettanto importante. I più grandi movimenti per le coppie di valute, ad esempio GBP/USD e EUR/USD, si hanno quando le sessioni di Londra e di New York sono aperte e sovrapposte. Lo stesso accade con la coppia di valute AUD/JPY, ottima da scelgiere quando la borsa di Sydney e quella di Tokyo si sovrappongono.

Tra le varie possibilità di trading c’è anche quella dei day trading, ovvero investire aprendo e chiudendo posizioni nel giro di un solo giornoal massimo. In questo caso si può fare trading tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, con l’accortezza di cercare di stare fuori dal mercato quando la volatilità è minima o quando la maggior parte degli operatori chiude le proprie posizioni. Questo è uno dei motivi per cui si dovrebbe evitare di fare trading il lunedì e il venerdì. Il lunedì il mercato è molto piatto, mentre il venerdì è eccessivamente volatile dato che molti commercianti chiudono le loro posizioni settimanali.

Bisogna inoltre andare a valutare la propria capacità di negoziazione e la propria strategia nel corso del medio / lungo periodo, dunque a fine mese o a fine anno. Non si può giudicare il successo o il fallimento di una strategia di trading da una singola transazione, altrimenti si rischia di rinunciare troppo presto.

Lascia un Commento