5 segreti per il day trading per i principianti

5 segreti per il day trading per i principianti

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
26 gennaio 2015



Il day trading si riferisce a quelle posizioni di mercato che si tengono aperte per un breve periodo di tempo e che in genere si aprono e si chiudono nello stesso giorno. Fare day trading non è una cosa così complicata ed una volta che si impara la strategia giusta le possibilità di guadagno sono eccellenti. Ecco cinque segreti per fare day trading in maniera professionale, che possono seguire tutti i principianti.

Cercare scenari in cui la domanda e l’offerta sono drasticamente squilibrati ed utilizzarli come punti di ingresso. I mercati finanziari sono come qualsiasi altra cosa nella vita: se l’offerta è in esaurimento e ci sono ancora acquirenti, il prezzo potrebbe salire. Se vi è un eccesso di offerta e non ci sono acquirenti, il prezzo scenderà. E’ importante capire questi punti di svolta su un grafico di prezzo, è facile e veloce.

Impostare sempre gli obiettivi di prezzo prima di entrare nel mercato. Se stai per aprire una posizione lunga è importante decidere in anticipo quanto profitto puoi accettare, così come quale livello di stop loss impostare nel caso in cui la posizione dovesse invertire e andare contro le previsioni. Poi, bisogna rimanere attaccati alle decisioni che si prendono. Questo limita la perdita potenziale ed impedisce di essere troppo avidi.

Insistere nell’avere un rapporto tra rischio e rendimento di almeno 3:1 quando si impostano gli obiettivi. Impostare degl obiettivi che ci permettono di perdere piccole somme e di guadagnare grandi somme è fondamentale. In realtà, una volta che si inizia a guadagnare, un rapporto tra rischio e ricompensa più alto, come ad esempio 5:1 o addirittura 10:1 può essere raggiungibile.

Pazientare. Per paradossale che possa sembrare, i day trader di successo spesso non commerciano ogni giorno. Essi possono essere di fronte al computer ma se non vedono le opportunità che soddisfano i criteri minimi per aprire una posizione, ne rimangono fuori. E’ meglio investire in maniera chiara e solo quando si presentano le giuste opportunità, altrimenti la cosa migliore è rimanere fuori dal mercato.

Essere disciplinati. Anche in questo caso, è necessario impostare un piano di trading e rimanere legato ad esso. Operare in maniera impulsiva può essere il peggior nemico di un trader. L’avidità può farci tenere una posizione per troppo tempo e la paura può portare ad uscire troppo presto da una posizione. Non bisogna mai aspettarsi di diventare ricchi in una singola transazione, ma solo con calma e con coerenza.

Lascia un Commento