Analisi del 22 ottobre: il dollaro potrebbe ancora perdere forza

Analisi del 22 ottobre: il dollaro potrebbe ancora perdere forza

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
22 ottobre 2013



La coppia di valute EURUSD è rimbalzanda intorno al valore di 1,3665-1,3680, fermandosi solo il tempo necessario a che gli alti e i bassi abbiano invertito bruscamente. Il valore dei libri paga USA del settore non agricolo ed i numeri della disoccupazione verranno resi noti nel pomeriggio e l’ansia pre-dati domina il trading forex. Dato che i dati di settembre del lavoro avevano originariamente una scadenza il 4 ottobre, il ritardo genera naturalmente agitazione dei prezzi nel mercato valutario, dato che i commercianti hanno bisogno di un riferimento per le loro aspettative. Forse, il dato di settembre è abbastanza obsoleto e non tiene contro del recente stallo di bilancio e degli effetti della chiusura del governo degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti prevedono di aggiungere 180.000 posti di lavoro non agricoli nel mese di settembre, contro i 169.000 nel mese di agosto, con il tasso di disoccupazione invariato al 7,3%. Questo dato, oltre che la chiusura del governo degli Stati Uniti, se eccessivamente negativo potrebbe invece danneggiare l’economia in un modo a noi sconosciuto.

Vi sono, in ogni caso, delle aspettative sul fatto che la Fed sta riducendo gli acquisti di titoli statali, calando dagli 85 miliardi di dollari mensili. Abbiamo il sospetto che i dati di lavori in ritardo sarà un evento molto volatile, con un impatto di breve durata sulla direzione generale di debolezza USD.

EURUSD

Per la coppia di valute EURUSD i mercati sono calmi e in attesa dei dati del libro paga di oggi. La scorsa settimana questa coppia di valute è salita a 1,3704 , oltre il nostro target a 1,3647 e ponendo l’attenzione sul prezzo di 1,3710 (massimo del 2013), una resistenza chiave. Gli indicatori di tendenza sono solidamente rialzisti e solo marginalmente allungati, suggerendo delle possibili correzioni al ribasso. A questo punto potrebbe vedere un calo fino a 1,3647, con la prima regione di resistenza che si trova a 1,3710, a seguire il prezzo di 1,3830 ( canale ribassista dal 2008). Il prossimo supporto si trova a 1,3647 e poi quello di 1,3505, oltre che quello di 1,3480 e di 1,3455.

GBPUSD

La coppia di valute GBPUSD ha corretto ad un valore inferiore fino a 1,6130, cosa che non dovrebbe essere interpretata come una inversione ribassista. Le ultime settimane di acquisto aggressivo sono spostate da fattori tecnici e mettono in evidenza una tendenza rialzista.

USDCHF

La coppia di valute USDCHF si è spostata in un range di consolidamento con poco entusiasmo direzionale, cosa che non sorprende, data l’ultima settimana di collasso. La scorsa settimana la grande vendita di questa coppia di valute ha posto la coppia in profondità nel territorio di ritracciamento.

Lascia un Commento