BCE, cosa può fare per salvare la zona euro?

BCE, cosa può fare per salvare la zona euro?

Scritto da:
The Economist
Categoria:
BCE
Ultimo aggiornamento:
24 luglio 2012



I rendimenti dei titoli spagnoli sono ad un valore record per la storia dell’euro, essendo saliti nella giornata di ieri al 7,5%. Il paese iberico, così come il nostro paese, ha introdotto il divieto di fare delle vendite a breve. I funzionari spagnoli stanno iniziando a chiedere aiuti, dicendo che solo la Banca centrale europea ha la capacità di ribaltare questa situazione. Ma che cosa può fare il presidente della Bce, Mario Draghi?

Secondo i funzionari spagnoli, la BCE è l’unica istituzione in grado di agire con sufficiente rapidità e sulla scala necessaria. Con i 100 miliardi di euro che sono stati messi da parte per il salvataggio bancario iberico, il Fondo europeo di stabilità finanziaria ha appena 148 miliardi di capacità residua. Il meccanismo europeo di stabilità, che dovrebbe andare a sostituire il fondo e che avrà una capienza più elevata, è stato fermato fino a settembre dalla Corte costituzionale tedesca.

L’anno scorso, quando i mercati sono stati nel panico durante il mese di agosto, la BCE ha acquistato obbligazioni spagnole e italiane, cosa che potrebbe fare ancora adesso. Un’altra opzione per la BCE è quella di riattivare il programma Securities Markets che ha messo in piedi la scorsa estate, anche se al momento è riluttante ad operare in questa maniera, essendo già titolare di oltre 200 miliardi di euro in titoli di Stato.

L’ultima opzione per la BCE è quella di tagliare ulteriormente i tassi. La riduzione del tasso a zero costringrebbe alcuni investitori ad assumere maggiori rischi dopo che i rendimenti dei titoli tedeschi sono scesi al di sotto dello zero.

Draghi ha detto a Le Monde, questo fine settimana, che la BCE non ha alcun tabù, anche se non è stata pensata per risolvere i problemi finanziari dei singoli paesi. Se i mercati dovessero continuare a peggiorare, allora Draghi improbabilmente potrà continuare a stare a guardare.

Lascia un Commento