BCE, prestiti più facili per aiutare le banche

BCE, prestiti più facili per aiutare le banche

Scritto da:
The Economist
Categoria:
BCE
Ultimo aggiornamento:
23 giugno 2012



L’euro è salito rispetto al dollaro nella sessione di ieri in eguito alla mossa della Banca centrale europea di voler rendere più facile il finanziamento per le banche. La BCE ha detto che avrebbe permesso alle istituzioni finanziarie di dare in pegno una più ampia gamma di attività, comprese delle garanzie di qualità inferiore. Gli analisti sono però scettici circa l’efficacia del movimento e le preoccupazioni che stanno crescendo in maniera costante potrebbero ledere la qualità del bilancio della BCE e limitare la sua capacità di rispondere alle nuove tensioni finanziarie.

L’effetto desiderato è quello di rendere più facile per le persone, per le imprese e per le banche prendere in prestito denaro utilizzando garanzie che non erano disponibili prima di oggi. Se questa cosa dovesse funzionare come previsto o se dovesse solo portare a più crediti in sofferenza, è una cosa che si potrà dire in futuro.

La mossa della BCE deve essere vista anche come una cosa in favore della Spagna e delle sue banche. I rendimenti dei titoli spagnoli sono saliti al 7,3 per cento all’inizio di questa settimana, per poi scendere di nuovo sulle speranze che i politici prenderanno delle giuste misure per alleviare la pressione sulla zona euro e sul paese iberico stesso.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel è d’accordo con i leader di Francia, Italia e Spagna su un pacchetto di 130 miliardi di euro per rilanciare la crescita, ma ha resistito alle pressioni per l’adozione di obbligazioni comuni o per un uso più flessibile dei fondi europei di salvataggio.

Ora l’attenzione degli investitori si rivolge al summit del 28 e del 29 giugno, che potrà portare a concreti passi in avanti verso la risoluzione della crisi. Gli analisti hanno detto che l’euro probabilmente rimarrà sotto pressione dato che ci sono ancora dei dati deboli che arrivano proprio dalla zona euro.

Lascia un Commento