La BNS a fuoco esattamente come la BCE

La BNS a fuoco esattamente come la BCE

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
12 maggio 2014



La settimana inizia con l’euro ampiamente in carica. EUR / GBP ha colpito il minimo a Londra, EUR / JPY è rimbalzato dal valore base della nuvola quotidiana Ichimoku. I cross euro dovrebbero consolidare legati al PIL e al CPI di giovedì. I rischi geopolitici in Ucraina rimangono ancora validi, anche se la prima reazione al referendum in Ucraina ha avuto una reazione del mercato limitata. In Svizzera, le vendite al dettaglio hanno registrato un miglioramento significativo in marzo. Il franco svizzero si indebolisce contro EUR e USD, mentre CHF è ancora oggetto di flussi rifugio sicuro. Con l’aumento del rischio BCE, la Banca nazionale svizzera dovrebbe operare con attenzione per difendere il suo minimo di 1,20.

EUR: i dati di giovedì sono importanti

EUR / USD cancellano i guadagni di 1 mese e hanno chiuso la settimana scorsa sotto il perno del MACD ( 1,3840). I cross euro continuano ad avere dei prezzi nel potenziale d’azione della BCE entro giugno. Ora che il trend ribassista di breve termine è confermato, ci chiediamo fino a che punto EUR / USD può andare? Quali sono gli eventi chiave e i principali livelli tecnici di questa settimana?

In primo luogo, riteniamo che il commercio in euro dovrebbe diventare molto sensibile ai dati economici. Se i commercianti si aspettano un’azione della BCE entro il mese prossimo, ci sono solide ragioni per continuare a pensare così come ora. In secondo luogo, qualsiasi miglioramento della metrica della zona euro mette gli orsi euro a rischio. Attualmente, EUR / USD consolida in debolezza sopra 1.3741/49.

Questo giovedì andremo a monitorare da vicino il PIL preliminare del 1° trimestre le cifre finali del CPI di  aprile in tutta l’Eurozona. Le aspettative sono positive. La crescita del PIL è prevista allo 0,4 % ( contro lo 0,2 % precedente), il CPI di aprile dovrebbe confermare i progressi nel mese di aprile ( allo 0,7 % su base annua dallo 0,5 % di marzo). Se i dati coincidono con le aspettative del mercato, le colombe BCE dovrebbero intervenire lateralmente dando così la possibilità alle posizioni long euro di tornare indietro nel gioco. Come scenario alternativo, EUR / USD sarà soggetto a delle barriere di opzione finali sotto 1,3750 fino al 6 giugno ( prossima riunione della BCE).

EUR / GBP ha colpito il minimo a 0,81551 durante la giornata di Londra in questa mattina. Il rally della mattina del Cable è visto come un importante trigger.

Sfida per la BCE e per la BNS

Per quanto riguarda l’impostazione della politica monetaria, l’attenzione della BNS è ora saldamente appoggiata alla BCE. I commenti della settimana scorsa da parte del presidente della Bce, Draghi, suggeriscono una possibile azione politica e dovrebbero costringere la BNS a dare la propria risposta politica.

Lascia un Commento