Bow Tie, regole di operatività

Continuamo l’approfondimento sul Bow Tie andando a vedere nel dettaglio quali sono le sei regole che dobbiamo applicare per poter usare nella pratica questa particolare figura tecnica. Ricordiamo che il Bow Tie è una figura che viene formata usando tre diverse medie mobili, una semplice a 10 periodi e due esponenziali, una a 20 periodi e una a 30 periodi.

Il primo punto è che le tre medie devono convergere per poi allontanarsi tra di loro, esattamente come se stessero formando la figura di un papillon. In un trend al rialzo dobbiamo avere che la media a 10 periodi sia la più grande, poi quella a 20 e poi quella a 30 periodi. Le tre medie devono incrociarsi non oltre entro 5 giorni, altrimenti il trend potrebbe essere laterale.

La seconda regola da tenere presente è che il valore minimo di oggi deve essere minore rispetto al valore minimo che è stato raggiunto di ieri.

La terza regola è quella che ci dice di comprare nel momento in cui raggiungiamo il prezzo superiore al massimo di oggi.

Nel caso in cui non si riesca a raggiungere questo prezzo, allora bisogna continuare a cercare un prezzo che sia superiore rispetto al massimo del giorno precedente. Questa è la quarta regola.

La quinta regola entra in gioco dopo che abbiamo effettuato l’acquisto. Bisogna impostare uno stop loss al di sotto del prezzo minimo del giorno precedente, nel caso in cui questo sia molto lontano, allora possiamo impostarlo circa attorno al 4 o al 5 % .

Infine bisogna usare una tecnica di trailing stop per seguire il trend fino a che non riusciamo a trovare un segnale di presumibile uscita.

Il Bow Tie è principalmente una strategia che ci consente di trovare un punto di ingresso nel mercato piuttosto che un punto di uscita.

Questa voce è stata pubblicata in Forex, Tecniche Forex e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento