Calcolare la dimensione delle posizioni Forex

Calcolare la dimensione delle posizioni Forex

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
8 luglio 2011



Per molti traders alle prime armi la promessa di ricchezze veloci è una cosa alla quale è difficile resistere. Questo è il motivo principale per cui ogni giorno tante persone cominciano a commerciare nel mercato del forex. Quando si pensa a fare trading, un trader deve capire che non importa quanto perfetto è il setup dell’operazione stessa, è sempre possibile che qualcosa vada storto e che la posizione può finire per essere perdente.

E’ una cosa che capita a tutti. Parlando di forex si ha un certo grado di casualità. Questo non vuol dire che il mercato è completamente casuale, ma è così complesso che un certo grado di casualità c’è. Semplicemente, non è possibile avere tutte le informazioni che riguardano un mercato oppure prevedere come gli altri operatori reagiranno alle informazioni rilasciate dalle banche o da altri istituti. Inoltre, questa casualità è necessaria per il corretto funzionamento di qualsiasi mercato finanziario: se tutti sapessero la direzione del mercato, allora non ci sarebbe possibilità di fare forex, dato che un mercato esiste perché c’è sempre un compratore e un venditore. La casualità non può essere eliminata, ma può essere gestita.

Ma, tornando al nostro setup ideale che non è riuscito, come è potuto accadere? I motivi sono tanti. Ad esempio, durante il controllo della contabilità interna, alcune società multinazionali hanno acquistato una grande quantità della valuta che tu hai venduto, facendo dunque salire il suo valore, ovvero spostando il prezzo contro la tua posizione, innescando il tuo stop loss.

Sono cose che possono capitare e alle quali, pur stando tanto attenti, non è sempre possibile prevedere con correttezza. Si tratta del grado di rischio che ogni posizione del mercato delle valute ha. Vedremo nel prossimo articolo come poter gestire e controllare questo rischio al meglio delle proprie opportunità e capacità.

Lascia un Commento