Capire i criteri per valutare un broker

Capire i criteri per valutare un broker

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Borse
Ultimo aggiornamento:
22 luglio 2010



Ci sono davvero tanti broker forex in internet che la scelta potrebbe essere difficile. Tutti promettono di rendere ricchi i trader che operano con loro, ma ovviamente non tutti sono dello stesso livello qualitativo quando si tratta di fare trading reale. Quindi, come si fa a trovare il broker forex giusto? La risposta la si trova guardando i siti web dei vari broker, oltre che leggendo le recensioni dei broker stessi.

Per darvi un’idea delle cose da prendere in considerazione, andiamo a vedere alcuni punti fondamentali che bisogna sempre cercare e capire, anche per valutare se il broker offra tali punti o meno e, se li offre, valutarne la qualità.

Sicuramente la prima cosa sono i grafici, ovvero il modo di rappresentare i dati dei trend attraverso i grafici e i diagrammi, utilizzando applicazioni specializzate o software appositamente creati.

Si parla poi di esecuzione, per indicare il modo in cui una posizione viene effettuata da un broker forex. Questo punto comprende tutte le attività di marketing e le strategie che il broker applica nel Forex, insieme con tutte le condizioni necessarie per svolgere attività di trading. E’ uno dei criteri più importanti per determinare la bontà di un broker.

Lo Spread, dato che il principale obiettivo di un broker è quello di guadagnare denaro. Lo spread è la differenza tra il prezzo a cui si acquista una data coppia di valute e il prezzo al quale la stessa coppia di valute si vende. Più ampio è lo spread, dunque maggiore sarà il prezzo di acquisto e minore sarà il prezzo di vendita. Inoltre, sarà più difficile per il trader guadagnare denaro da quella data posizione.

Abbiamo visto in questo articolo alcuni dei punti fondamentali che bisogna prendere in considerazione nella scelta di un broker, nel prossimo concluderemo la lista e andremo a vedere anche una sorta di ordine di importanza.

Lascia un Commento