Che trader sei?

Che trader sei?

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
28 aprile 2009



Quali sono le caratteristiche che un buon trader Forex deve avere? Sicuramente istinto e intelligenza sono importanti, ma è fondamentale anche la prontezza, fondamentale per aprire e per chiudere le operazioni al momento giusto. Vediamo in questo approfondimento quale tipologia di trading Forex fa per te. Possiamo distinguere i vari tipi di trading a seconda della durata del timeframe. Sostanzialmente, possiamo riconoscere anche tre tipi di trader: giornaliero, swing e posizionatore.

Il trader giornaliero apre posizioni per chiuderle entro lo stesso giorno. Su un giorno tipico il trader che opera in questa maniera è in grado di aprire numerose operazioni distinte. Per poter fare con successo questa tipologia di trading occorre studiare il trading giornaliero, per capire il trend, ma i profitti solitamente si ottengono sui grafici a 5 o a 15 minuti.

Trader swing. E’ sostanzialmente un trader che mantiene le posizioni aperte per un certo numero di ore, a volte anche per oltre un giorno, in attesa di un ritorno del mercato. A contrario di un day trader, uno swing trader punta a fare profitti da un’entrata nel mercato sperando in un cambiamento di direzione del trend. Il tempo è dunque un aspetto molto importante di questa tipologia di trading.

L’ultima tipologia di trader è quella relativa ad un trader che opera puntando a mantenere su un time frame più lungo. A volte le posizioni rimangono aperte anche per diverse settimane, mesi o addirittura anni, a seconda dell’andamento del mercato. Per poter operare in questa maniera bisogna considerare ed analizzare alcune variabili importanti, come ad esempio il mercato e i modelli economici, le decisioni dei governi su vari aspetti economici e finanziari, ecc.

A seconda di che tipo di trading preferiamo fare è necessario avere delle caratteristiche e delle competenze particolari.

Lascia un Commento