Come confrontare un broker

Come confrontare un broker

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
7 gennaio 2015



Quando ci si trova di fronte alla selezione di un broker, è sempre consigliabile confrontarne almeno un paio per avere una migliore visione delle cose. Vediamo alcune domande a cui dover rispondere.

Il broker forex è regolamentato e ha una licenza da parte di un’autorità riconosciuta sui mercati dei capitali finanziari?

E’ importante che il broker sia riconosciuto da un regolatore finanziario nella propria giurisdizione. La ragione di questo è legata al fatto che un regolatore finanziario assicura che il broker sia conforme alla legge e può intervenire per proteggere i clienti.

Che tipo di account il broker offre?

La maggior parte dei broker forex offrono diversi tipi di account per i diversi profili di trader. Tipicamente i broker offrono un micro conto (deposito fino a 100 euro o altra valuta), un account standard (depositi fino a 3.000 – 5.000 euro o altra valuta) e conti VIP, per i clienti che depositano somme più alte. Anche se questo potrebbe sembrare una cosa banale da controllare, alcuni broker offrono diverse condizioni di negoziazione per ciascuno dei vari tipi di account. La leva è un aspetto importante che cambia in base ai tipi di account, quindi è meglio controllare per vedere secondo quali condizioni si farà l’investimento.

Quali sono le condizioni commerciali offerte dal broker?

Il broker finanziario opera solo con gli spread o chiede anche delle commissioni? Quali sono gli spread tipici per le principali coppie di valute, quali sono gli swap, il broker permette lo scalping? Quali sono le dimensioni minime del contratto offerto, quante coppie di valute sono disponibili, ci sono i CFD? Queste sono solo alcune delle domande da chiedere e verificare. Molto spesso i commercianti saltano questo controllo solo per rendersi conto, in un secondo momento, che i loro profitti sono stati tenuti dal broker a causa dello scalping, ad esempio.

Quali sono i metodi di pagamento offerti dal broker?

Che tipo di metodi di pagamento (depositi e prelievi) il broker offre? Oltre a questo, bisogna essere sicuri di controllare i requisiti minimi di deposito e le eventuali tasse che si pagano per il deposito e il ritiro del denaro.

Quale struttura di bonus offre il broker?

Se siete interessati a rivendicare un bonus, assicuratevi di leggere i termini e le condizioni dello stesso. La maggior parte dei bonus richiede un volume minimo di negoziazione da rispettare. Alcuni broker potrebbero anche trattenere i guadagni se non si rispetta prima tale volume.

Lascia un Commento