Come costruire il tuo account Forex, parte 2

Abbiamo iniziato a vedere nello scorso articolo i passaggi fondamentali che bisogna fare e seguire per poter costruire, giorno dopo giorno, il proprio account forex. Praticamente si tratta di capire come poter operare sul mercato delle valute in maniera solida, anche se lo si sta facendo da casa. La cosa da capire è che si deve fare trading solo se c’è un valido motivo, ovvero una configurazione grafica molto ben definita o altre impostazioni legate all’azione dei prezzi. Se volete operare solo perché si vuole essere dentro il commercio o solo perché si sta cercando di guadagnare soldi nel modo più veloce possibile, si rischia di perdere denaro.

Uno dei principali limiti alla creazione di un account forex che sia stabile è quello della mancata presa dei profitti, causata dal fatto di non avere una strategia di uscita predefinita. La maggior parte dei trader si concentrano, con la loro analisi tecnica, sull’entrata nel commercio, non sull’uscita. In questo modo si rischia di uscire dal mercato su una base emotiva, il che quasi necessariamente ti porterà a perdere denaro. L’unico modo per poter avere successo è definire con precisione non solo il momento esatto di entrata in una posizione, ma anche quello di uscita.

Il mercato del Forex è infatti fatto da due parti della stessa operazione, ovvero entrata e uscita dal mercato. E’ solo capendo bene come muoversi con entrambe queste parti che si potrà avere la capacità di aprire delle posizioni positive e di chiuderle altrettanto positivamente. Non sono rare infatti le storie di trader che hanno perso tutto il guadagno che stavano avendo da una posizione solo perché hanno temporeggiato, sperando che la posizione salisse, oppure che hanno perso troppo da una posizione perché hanno sperato che la stessa si invertisse e li facesse guadagnare. Siate consapevoli di dover agire velocemente.

Questa voce è stata pubblicata in Lavorare da Casa col Forex e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento