Come fare forex con le tendenze, parte 2

Come fare forex con le tendenze, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
16 luglio 2013



Abbiamo parlato nello scorso articolo delle tendenze e abbiamo detto che è necessario entrare nel mercato quando una tendenza al ribasso giunge al suo massimo (ovvero quando il prezzo è al minimo) ed uscire quando invece la tendenza al rialzo giunge al suo massimo (ovvero quando il prezzo è al massimo). Quando si può capire che una tendenza rialzista è arrivata al massimo?

Dal momento che non si vuole rimanere in una posizione troppo a lungo e ridare indietro alcuni dei guadagni che si sono fatti, è necessario essere in grado di identificare il momento in cui una tendenza si ferma. Una tendenza al rialzo dei prezzi avrà dei picchi che sono superiori da una candela all’altra. Il massimo sarà stato raggiunto quando non ci sono più picchi superiori ma solo inferiori e il prezzo inizia a scendere al di sotto del livello massimo che aveva raggiunto in precedenza. Se si identifica una svolta verso il basso correttamente, si può vendere la posizione e mantenere tutti i guadagni che si sono avuti nel momento in cui la tendenza di prezzo è salita.

L’ultima tendenza di cui dobbiamo andare a parlare è la tendenza laterale. Si tratta essenzialmente di un interludio tra la tendenza al rialzo e quella al ribasso. In che maniera si può operare quando non vi è alcuna tendenza decisa al rialzo o al ribasso? Mentre si potranno avere dei picchi e delle valli in un trend, se il mercato è laterale non si avranno dei grandi guadagni potenziali. In genere, probabilmente non vale la pena rischiare di perdere denaro e di fare trading se il trend sta vivendo un movimento laterale. Meglio guardare il mercato da fuori ed attendere delle indicazioni che possano farci capire l’inizio di un nuovo trend e, dunque, quando si può entrare nel mercato per avere dei guadagni maggiori.

Lascia un Commento