Come fare profitti con il forex

Come fare profitti con il forex

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
7 maggio 2012



Quando si fa Forex, anche da casa, una delle domande che si fanno coloro che non hanno mai fatto trading prima di oggi è “come fare per fare profitti con il Forex”. Si tratta di una procedura in realtà piuttosto semplice e tutto dipende dalla differenza tra il prezzo di apertura e di chiusura della posizione, oltre che dalla sua direzione. Procediamo con degli esempi in maniera da chiarire questo concetto.

Ipotizziamo di aver aperto una posizione long nella coppia di valute EUR / USD. Questo significa che la nostra previsione è in favore dell’euro, che dovrebbe acquistare valore verso la divisa americana. Ipotizziamo ancora che il prezzo di apertura della posizione stessa è di 1.3000 . Dopo un certo periodo di tempo, il prezzo a cui questo rapporto di cambio è arrivato è 1.3020 e decidiamo di uscire dalla posizione. Abbiamo guadagnato 20 pips, ovvero 0,0020 sul valore “assoluto” del rapporto di cambio.

Per calcolare in termini economici quanto si è guadagnato, bisogna moltiplicare quest’ultimo valore con quello della posizione aperta. Se abbiamo operato con dei micro lotti, del valore di 1.000 unità di valuta, occorre moltiplicare 1.000 x 0,0020 , che ridà 2 euro. Se avessimo operato con un lotto del valore di 10.000 unità di valuta, il guadagno sarebbe stato di 20 euro, mentre con un lotto standard (che vale 100.000 unità di valuta) il guadagno sarebbe stato di 200 euro.

Anche il conteggio delle perdite funziona esattamente allo stesso modo, facendo la moltiplicazione tra la differenza di pips tra il prezzo di apertura e quello di chiusura, e il valore della posizione aperta. Nell’esempio di prima, se invece di aver guadagnato 20 pips li avessimo persi, a causa di prezzo di chiusura di 1.2980 , allora avremmo perduto rispettivamente 2 euro, 20 euro o 200 euro, a seconda della grandezza della posizione aperta.

Lascia un Commento