Come scegliere la giusta leva ed evitare errori grossolani

Come scegliere la giusta leva ed evitare errori grossolani

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
23 gennaio 2015



Quando si parla di forex, uno dei concetti più importanti con i quali un trader ha a che fare giorno dopo giorno è quello della leva finanziaria. Si tratta di una parte fondamentale di ogni conto di trading perché permette di ampliare i guadagni che si possono potenzialmente fare nel mercato valutario. Ad esempio, investire con una leva di 100:1 significa dare al proprio investimento di 100 euro (ad esempio) un valore di 10.000 euro (cento volta tanto). Pertanto, la quantità di denaro che si può movimentare è notevolmente più alta di quella investita.

Questo, se da un lato è un ottimo beneficio, dall’altro si rivela anche essere un’arma a doppio taglio, perché se la leva moltiplica i guadagni è in grado di moltiplicare anche le perdite.

A seconda del broker forex con cui si sceglie di investire si possono avere delle leve finanziarie che vanno da un minimo di 50:1 fino ad un massimo di 500:1 . Certo è che bisogna stare attenti a scegliere una leva grande perché il conto di trading potrebbe essere chiuso per mancanza di fondi in pochissimo tempo.

Immaginiamo, ad esempio, di aprire una posizione del valore di 200 euro con una leva di 500:1. Significa poter “tradare” un intero lotto (questa unità monetaria, per uniformità, è composta da 100.000 unità di valuta). Quando si investe un lotto, il valore di 1 pip è di 10 euro (o dollari, o sterline, a seconda della valuta con la quale si è fatto l’investimento). Pertanto, basta che il prezzo faccia un movimento di soli 20 pips in negativo per vedere finito il proprio conto di trading in pochi secondi. Se pensate che nei momenti di maggior volatilità le valute possono muoversi di decine di pips in pochissimi secondi, ecco come si capisce meglio che i rischi sono davvero elevati. Certo, si può anche guadagnare tantissimo nel caso in cui si riuscisse a prevedere correttamente il movimento di una valuta, ma sono più le volte in cui si sbaglia che quelle in cui si ha ragione.

Pertanto il consiglio è quello di limitarsi sempre nella scelta della leva finanziaria. La cosa più importante per un trader, soprattutto se novizio, è quella di conservare il proprio conto di trading in maniera da poter fare quanta più esperienza possibile senza per questo perdere denaro (o rischiare di perderne troppo).

Una buona leva con cui iniziare può essere quella di 100:1 , addirittura 50:1 . Guadagnerete di meno, ma avrete modo di diventare dei trader migliori e più proficui nel medio-lungo termine.

Lascia un Commento