Come fare trading con l’analisi tecnica

Come fare trading con l’analisi tecnica

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
28 ottobre 2014



Uno degli strumenti migliori che hanno i trader (sia esperti che novizi) per fare trading sono i grafici e l’analisi tecnica. Si tratta, in buona sostanza, della possibilità di prevedere il movimento delle valute usando, per l’appunto, grafici e indicatori sulla base della certezza che ciò che è accaduto in passato accadrà nuovamente in futuro.

L’analisi tecnica è perfetta per poter investire sia nel breve termine (ovvero da pochi minuti fino a qualche ora) che nel medio/lungo periodo (ovvero da un giorno e fino ad oltre una settimana), dunque si caratterizza per la sua elasticità e per le tante possibilità che permette di avere.

Come fare, però, per investire con successo sull’analisi tecnica? Quali sono le cose da guardare e quelle da evitare per non fare errori?

Per prima cosa è importante saper leggere i grafici forex. Ce ne sono di tre tipologie: a linee, a barre e a candele. Tra i tre, quelli a candele sono indubbiamente i migliori anche perché permettono una visione d’insieme molto veloce su come si sta comportando una determinata coppia di valute. I principali valori a cui fare riferimento sono le candele rosse (o nere) perché indicano una discesa del mercato e le candele verdi (o bianche) perché indicano una salita dei prezzi.

Le candele hanno anche delle ombre, rappresentate da delle linee verticali al di sotto o al di sopra delle stesse, che indicano rispettivamente i prezzi minimi e massimi toccati da quella candela nel corso del periodo di riferimento.

Le candele, una di seguito all’altra, formano delle figure che possono essere utilizzate per prendere il futuro movimento dei prezzi. Ad esempio, se vediamo tutta una serie di candele in discesa e, a un certo punto, una di tali candele ha un corpo nullo (ovvero non è né verde e né rossa) ma ha una lunga ombra, siamo di fronte ad una candela Doji, che preannuncia una possibile inversione del mercato.

Le candele possono essere analizzate anche dal punto di vista degli indicatori, come le Bande di Bollinger, il MACD o l’RSI, tutti concetti pratici che ci permettono di capire il livello attuale dei prezzi.

Ad esempio, le bande di Bollinger ci consentono di sapere se un dato prezzo si trova in ipercomprato o in ipervenduto, mentre il MACD e l’RSI ci danno delle indicazioni su possibili continuazioni o inversioni dei prezzi.

Tutti questi concetti insieme vanno a formare l’analisi tecnica e sono, come detto, la base per i futuri successi di ogni trader.

Lascia un Commento