Come usare i Pivot Point

Come usare i Pivot Point

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
6 aprile 2010



Continuiamo a vedere il nostro studio sui Pivot Point, cercando di capire come poterli calcolare ed usare nel nostro Forex trading. Il primo e più importante livello di Pivot è il punto di pivot, che è la media tra prezzo alto, prezzo basso e prezzo di chiusura del giorno precedente.

Poi abbiamo i primi livelli di resistenza e di sostegno, noti anche come R1 e S1. La resistenza 1 è (punto di pivot x 2) – minimo di ieri, mentre il livello 1 di supporto è (punto di pivot x 2) – massimo di ieri.

Nei Pivot Point, i livelli R1 e S1 sono i più importanti, ma possiamo anche calcolare la resistenza 2 e il supporto 2, noti anche come R2 e S2. R2 = Pivot Point + (alto di ieri – basso di ieri). S2 = Pivot Point – (alto di ieri – basso di ieri).

Così avremo 5 linee orizzontali sul nostro grafico, ovvero i due livelli di resistenza, i due supporti e il Pivot Point. Questi sono i livelli vicino ai quali il prezzo può avere delle reazioni durante il giorno. Come possiamo vedere, è molto facile calcolare e tracciare i livelli di Pivot. Ora vediamo un possibile esempio di reazione del prezzo quando si avvicina ad un livello calcolato con i Pivot Point.

Il livello di Pivot potrebbe funzionare come una forte resistenza o come un forte livello di supporto, che il prezzo non può rompere, dunque si muove nella direzione opposta, fino ad arrivare vicino ad R1 o a S1. Poi il prezzo potrebbe tornare vicino al livello di Pivot, questa volta riuscendolo a rompere. Poi il prezzo potrebbe scendere verso il livello di Pivot spezzato, che ora è diventato un supporto, se prima era una resistenza, oppure una resistenza se prima era un supporto.

Come possiamo vedere, i livelli di Pivot sono dei livelli di prezzo importanti e talvolta il prezzo ha delle forti reazioni nella loro vicinanza.

Lascia un Commento