Cos’è l’analisi tecnica e come funziona

Cos’è l’analisi tecnica e come funziona

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
2 marzo 2015



L’analisi tecnica fu usata per la prima volta dai giapponesi nel XVIII secolo per prevedere il prezzo del riso. Essi hanno capito che il mercato del riso era influenzato dalle emozioni delle persone coinvolte nella transazione e che la rappresentazione del raccolto poteva essere molto diversa da quella del raccolto in sé. Successivamente, diversi strumenti di analisi di mercato sono stati sviluppati negli Stati Uniti e in Europa per consentire l’analisi alla base di un bene. Anche se viene criticata a volte, questo metodo di analisi viene spesso usato quotidianamente.

Uno degli obiettivi dell’analisi tecnica è quello di anticipare le tendenze del mercato attraverso i grafici. L’analisi tecnica è lo studio del mercato azionario e dei suoi indicatori attraverso i grafici al fine di prevedere le tendenze del mercato. Indici, commodities, valute, ecc, tutti i tipi di mercati possono essere analizzati utilizzando gli strumenti e i metodi dell’analisi tecnica. L’unico elemento indispensabile è determinato dalla domanda e dall’offerta.

Lo scopo principale di questa analisi è quello di prevedere le tendenze future sui mercati. Gli analisti tecnici hanno il compito di individuare le condizioni dei diversi mercati che danno risultati statistici simili. In altre parole, essi ritengono che il mercato sia in gran parte influenzato dalla dimensione psicologica e cercano di identificare i comportamenti che si ripetono al fine di prevedere le future variazioni delle attività e dei prezzi.

Principalmente basata sulla psicologia del mercato, l’analisi tecnica non è una scienza esatta, ovviamente.

Analisi grafica opera su tre assiomi. Il principale ritiene che “il mercato prende tutto in considerazione.” Questo è un concetto importante in questo metodo perché giustifica il fatto che l’analista tiene conto di tutti i dati di mercato e mette da parte i fattori fondamentali.

Il secondo assioma ritiene che il mercato sta vivendo delle tendenze simili. È possibile osservare la cosa attraverso i grafici storici.

L’analista può osservare dei periodi di aumenti e diminuzioni di prezzo su un tempo più o meno lungo. L’analisi spiega che questo non accade per caso, ma l’idea è che le persone possono essere ottimiste, pessimiste o incerte (i prezzi sono rispettivamente in aumento, in diminuzione o stagnanti).

Il terzo assioma è quello di pensare che si ripetono gli “errori” del mercato. Il passato determina il futuro. Conoscere il mercato, secondo gli analisti tecnici, permette di avere dei comportamenti che si ripetono nel tempo, come bolle speculative e crolli (questo ci fa capire che, in questo mercato, non si impara dalle esperienze passate).

Lascia un Commento