Entro 12 mesi almeno un paese uscirà dalla zona euro?

Entro 12 mesi almeno un paese uscirà dalla zona euro?

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
26 marzo 2013



Il numero di investitori che crede che un paese della zona euro uscirà dal blocco della moneta unica entro il prossimo anno è salito al livello più alto dallo scorso settembre dopo le preoccupazioni legate alla crisi di Cipro. Secondo uno degli ultimi sondaggi in merito, fatto dal gruppo di ricerca Sentix e compiuto su circa 1.000 investitori, circa il 41,05% di essi prevedono che almeno un paese lascerà la zona euro entro i prossimi 12 mesi.

La zona euro ha concordato un pacchetto di salvataggio per Cipro lo scorso 16 marzo, ma ci sono voluti più di una settimana di battaglie per poterlo concludere e dare al piccolo paese del Mediterraneo una somma di 10 miliardi di euro. Quasi il 40% degli investitori si aspettano che Cipro lascerà la zona euro entro il prossimo anno.

Queste nuove paure hanno delle caratteristiche diverse da quelle che si sono viste la scorsa estate. Gli investitori pensano chiaramente che una uscita cipriota possa alleviare il peso che grava sulla zona euro, piuttosto che essere l’inizio di un’ondata di uscite.

Dopo Cipro, il paese che con maggior probabilità potrebbe uscire dalla zona euro sarà la Grecia, anche se le probabilità che questo accada sono in discesa. Questo significa che gli investitori non vedono più alcun rischio di contagio per quanto riguarda la crisi in atto a Cipro, anche se ironicamente per questo paese i guai derivano essenzialmente a causa dell’esposizione delle sue banche al debito ellenico. In un certo senso, la crisi della zona euro ha perso un po’ della sua forza esplosiva, nonostante sia sempre “in fiamme”.

Circa il 6% degli investitori prevede che il nostro paese potrebbe lasciare la zona euro. E’ la percentuale più alta da quando la crisi è iniziata. Ci sono infine alcuni che si dicono meno preoccupati di un’uscita spagnola o portoghese, soprattutto con la Spagna che sta cercando di riconquistare la fiducia degli investitori.

Lascia un Commento