Errori da non commettere quando si fa Forex

Errori da non commettere quando si fa Forex

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
28 aprile 2012



Gli errori più comuni che un trader fa, al momento di investire in azioni, forex o in commodities, vanno di pari passo con la mancanza di esperienza e con la scarsa conoscenza dei mercati finanziari. Gli errori possono essere delle determinanti comuni nel processo di educazione finanziaria, ma gli errori più gravi possono condurre alla rovina.

Vediamo nel dettaglio quello che non si dovrebbe mai fare quando si investe nel mercato. Per prima cosa non bisognerebbe mai chiedere un prestito appositamente per investire. Spesso si pensa che chiedere un prestito ad un certo tasso di interesse possa essere una idea intelligente. Ad esempio, si potrebbe pensare di chiedere un prestito bancario con un tasso di interesse del 3,5% e di investire nel mercato del Forex in maniera sicura (anche se nel Forex non c’è nulla di sicuro), pensando di ottenere dei ritorni decisamente maggiori rispetto al tasso di interesse da pagare.

L’approccio in realtà non è così sbagliato, soprattutto considerando che già in passato dei grandi investitori lo hanno utilizzato e hanno guadagnato delle grosse somme di denaro, ma si tratta anche di un modo di fare Forex che porta alla rovina. Tenete presente che il Forex non sempre va come vorremmo.

Pensate di aver chiesto un prestito in banca e di fare un investimento con il denaro ricevuto. Se l’investimento non dovesse andare come previsto, non solo non sarà possibile ottenerne i benefici previsti, ma bisognerà anche ridare i soldi alla banca, con tanto di interessi. A questo punto l’investitore si sente come un qualsiasi giocatore compulsivo di casino online, che investe il suo denaro in bingo e in slot machine, per provare a risolvere il suo attuale problema di denaro, in cerca di un colpo di fortuna.

Questo modo di fare trading può essere, dunque, considerato a tutti gli effetti un grave errore e non si può rischiare così tanto.

Lascia un Commento