EUR/USD in attesa dei dati americani e della BCE

I mercati forex si muovono con cautela dato il rischio legato agli eventi del fine della settimana. L’euro nel complesso rimane sotto pressione in vista della riunione della BCE di domani, mentre USD pareggia le perdite contro le altre valute sulle aspettative ottimistiche di venerdì relativamente a dei punti focali a livello nazionale. Uscito in mattinata, il dato dei servizi delle PMI britanniche ha innescato un breve calo della sterlina, mentre il Pil della zona euro e i dati sulle vendite al dettaglio hanno visto poca reazione sui mercati. Andando avanti, il cambiamento di occupazione di novembre è l’evento chiave negli Stati Uniti. Gli operatori dovrebbero aspettarsi una grande volatilità nel pomeriggio, mentre la direzione dipende ovviamente dai numeri. I mercati si aspettano un miglioramento di tale valore, mentre un’eventuale delusione dovrebbe pesare sulla valuta americana USD.

La BCE dà il verdetto

La BCE darà il verdetto di politica economica previsto per domani. Si prevede di mantenere il tasso di rifinanziamento principale invariato allo 0,25%, oltre che quello del tasso di deposito pari allo 0,00 %. Nonostante le discussioni sulla possibilità di una riduzione del 0,10 % riduzione come tassi passivi, riteniamo che tale decisione sarebbe troppo aggressiva dati i pareri divergenti all’interno della zona euro. In effetti, il secondo mese consecutivo dovish potrebbe essere troppo pesante per la Germania e per l’Austria.

La BCE è tuttavia più che probabile che mantenga il tono fortemente dovish. Mario Draghi dovrebbe ribadire i rischi al ribasso nel recupero della zona euro e puntare ancora sul discorso dell’inflazione. Anche se il CPI annuo dovesse battere le aspettative del mercato nel mese di novembre, guardando indietro al post-aprile e alla dinamica del taglio dei tassi, il miglioramento del CPI può rimanere temporaneamente interessante se la liquidità non dovesse riuscire a colpire il mercato reale. A tal fine, riteniamo che sia giunto il momento per la BCE di utilizzare degli strumenti con obiettivi precisi.

EUR/USD a livello tecnico

Tecnicamente, lo slancio toro di EUR/USD perde ritmo. Mentre il MACD si trova ancora al di sopra della linea dello zero, i commercianti rischiano di rimanere venditori sopra quota 1.3600 in attesa della riunione della BCE di domani. I dati PFN degli Stati Uniti sono fondamentali, le aspettative sono ottimistiche e, ovviamente, molto influenti sulla coppia di valute EUR/USD. Si delinea un quadro più ottimistico per l’acquisto al di sopra del valore di 1,3580, sia per domane che per venerdì. A questo punto, gli operatori devono tenere a mente l’importante che gli eventi su questa coppia di valute sono molto delicati.

Questa voce è stata pubblicata in Analisi Valute e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento