Fare Forex da casa: capire i margini

Fare Forex da casa: capire i margini

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
18 luglio 2011



I margini sono probabilmente uno dei più interessanti metodi di investimento disponibili per il mercato del forex. I margine rimandano alla quantità di leva data ai commercianti dal broker. Il margine può essere visto come un prestito che un trader prende dal broker con lo scopo di utilizzarlo appositamente per la negoziazione sui mercati Forex. In conseguenza del margine, un trader con un modesto capitale è in grado di aprire delle posizioni per un ammontare molto più grande.

La percentuale di finanziamento nel mercato delle valute è molto alta, solitamente attorno a 100 volte la somma a propria disposizione nel conto forex. Altre volte i broker possono offrirti una leva che arriva anche fino a 500. Il contrario accade nei mercati azionari, dove i trader hanno una leva molto più bassa. Nel Forex, un margine dell’1% significa avere una leva massima di 100, dunque permette ai trader di aprire posizioni del valore di 100.000 dollari pur avendo a disposizione solo 1.000 dollari.

La chiave del successo con il trading sui margini è quella di massimizzare i profitti e di mantenere le perdite al minimo. Più grande è la proporzione e meno c’è bisogno di avere per aprire una data posizione. Ad esempio, se un broker offrisse una leva pari a 400:1, significa che la richiesta di margine è pari allo 0,25%, dunque i trader possono avere solo 25 dollari per operare con un capitale di 10.000 dollari. Facendo un uso saggio della leva e dei margini è possibile avere dei profitti enormi a dispetto di una bassa quantità di capitale. Ovviamente anche il rischio è moltiplicato, dunque bisogna stare attenti a fare le cose con calma e nel rispetto di un preciso piano di trading, tenendo sempre presente anche una corretta gestione del denaro, che è fondamentale per avere successo e per non perdere tutto il denaro a propria disposizione.

Lascia un Commento