Fare scalping con l’analisi fondamentale, parte 2

Fare scalping con l’analisi fondamentale, parte 2

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
16 marzo 2010



Nello scorso articolo abbiamo iniziato a vedere l’importanza di fare Forex, anche nel breve periodo, basandosi non solo sui dati provenienti dall’analisi tecnica ma anche su quelli dell’analisi fondamentale. Poiché il Forex è il mercato finanziario più liquido al mondo, la maggior parte dei broker consentirà a qualsiasi trader di acquistare fino a 20 milioni di dollari circa in una coppia di valute. Questa dimensione sarà in grado di ospitare fino al 99% di tutti gli ordini di vendita al dettaglio, il che rende facile per i trader aprire una posizione rapidamente e senza che questa incida sul mercato.

Tuttavia, ci sono delle parti che aprono posizioni da centinaia di milioni o addirittura da miliardi di dollari, cosa che potrebbe essere in grado di muovere i mercati. Dunque è importante reagire rapidamente, per questo motivo conviene seguire le notizie economiche, cosa che può richiedere fino a diverse ore di studio.

Se fosse facile capire come muoversi, ogni operatore Forex sarebbe esageratamente ricco. Naturalmente, il successo non è così semplice. In primo luogo, analizzare i dati in maniera relativa è molto più importante che farlo in maniera assoluta. Ad esempio, supponiamo che gli Stati Uniti registrano una crescita trimestrale del PIL del 5%, mentre il PIL della zona euro è salito solo dell’1,5%. A prima vista, sembrerebbe che il rapporto di cambio EUR / USD dovrebbe diminuire, in favore del dollaro. Se però il mercato aveva previsto un aumento del 7% del PIL degli Stati Uniti e un aumento dello 0,5% in zona euro, ecco come la situazione si ribalta completamente.

Tuttavia non è così semplice, dato che le aspettative da sole non sono sufficienti a creare dei fruttuosi scambi commerciali. Ecco perché il trading tecnico deve diventare una parte integrante di un sistema di trading. Bisogna studiare bene entrambe le cose per capire al meglio come potersi muovere.

Lascia un Commento