Fare trading con le forchette di Andrew

Fare trading con le forchette di Andrew

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex, Tecniche Forex
Ultimo aggiornamento:
26 dicembre 2009



Questo indicatore è stato ideato dal dottor Alan H. Andrews ed è noto come come Andrew’s Pitchfork, ovvero le forchette di Andrew. Sostanzialmente, l’uso di questo indicatore consente ai trader di stabilire le possibilità derivanti dall’oscillazione dei mercati valutari nel medio periodo. Su un periodo di tempo più lungo, questo indicatore può essere usato per identificare e per valutare i cicli globali che riguardano l’attività. Dunque, per usare nella pratica questo indicatore possiamo usare due diversi approcci: la negoziazione all’interno delle linee e la negoziazione all’esterno delle stesse.

Questo indicatore sostanzialmente ci permette di tracciare due linee di supporto e di resistenza, con in mezzo una linea mediana che possa servire sia come supporto o come resistenz, che come retta di regressione. Andrews crede che l’azione dei prezzi di mercato dovrebbe girare attraverso la linea mediana per l’80% del tempo, con delle fluttuazioni improvvise nel restante 20% del tempo.

Sono proprio questi spostamenti improvvisi che possono creare delle opportunità di profitto significative sui mercati valutari. Un trader può anche aumentare l’accuratezza dei dati che derivano dalle forchette di Andrew se li combina con i dati derivanti da altri indicatori tecnici.

Per applicare nella pratica le forchette di Andrew il trader deve prima trovare un picco alto o basso che sia già avvenuto. Questo punto diventa il nostro primo punto di riferimento. A questo punto bisogna trovare dei punti di massimo e di minimo a destra del primo punto.

Quando si applicano le forchette di Andrew è possibile fare degli scambi all’interno del canale o oppure usare i momenti in cui i prezzi escono dai limiti di tale canale, partendo sempre dal presupporto che il prezzo tenderà a gravitare intorno alla linea mediana.

Dal momento in cui i prezzi rompono il livello di supporto o quello di resistenza, allora potremo anche operare sfruttando questi momenti. Come in qualsiasi altra operazione, anche ai trading fatti con le forchette di Andrew deve essere applicata una corretta gestione del denaro.

Nel prossimo articolo continueremo con l’analisi di come poter applicare praticamente questo indicatore.

Lascia un Commento