FMI: la Spagna deve intervenire sul settore bancario

FMI: la Spagna deve intervenire sul settore bancario

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
26 aprile 2012



Il Fondo Monetario Internazionale ha invitato la Spagna a procedere con il processo di riforme del settore bancario, al fine di stabilizzare questo settore, al momento decisamente travagliato. Gli ispettori del FMI hanno detto che le esigenze della Spagna di continuare a riformare il settore finanziario per risolvere le vulnerabilità è una cosa fondamentale.

Il governo che è salito al potere nel mese di dicembre, ha continuato una pulizia e un riordino del settore bancario, che si è “rotto” dopo la crisi finanziaria del 2008, costringendo le banche ad aumentare l’importo dei fondi da avere a disposizione in caso di problemi.

Il FMI ha riconosciuto gli sforzi che la Spagna ha compiuto fino ad ora, ma ha avvertito che c’è ancora il bisogno di intervenire su alcune banche che sono finanziariamente deboli. Le maggiori banche del paese appaiono sufficientemente capitalizzate e hanno una forte redditività, tale da resistere ad un ulteriore deterioramento delle condizioni economiche, ma ci sono altre banche, molte delle quali hanno ricevuto aiuti di Stato, che sono ancora vulnerabili.

Per preservare la stabilità finanziaria, è fondamentale che queste banche, soprattutto le più grandi, prendano delle misure rapide e decisive per rafforzare i bilanci e per migliorare la gestione e le pratiche di governo.

Il riferimento del FMI sembra essere la Bankia, la più grande banca spagnola per il risparmio, pericolosamente esposta al settore immobiliare del paese.

Le banche spagnole sono una preoccupazione di primaria importanza sui mercati finanziari, dunque su questo punto il governo di Rajoy non deve indulgere.

Nello scorso mese di febbraio è emerso come le banche spagnola stiano lottando con un deterioramento di massa di dei prestiti legati alle proprietà. Un prestito viene classificato come dubbio quando il debitore non ha effettuato un pagamento per almeno tre mesi. Ecco dunque che la situazione è delicata e va risolta.

Lascia un Commento