Forex e Psicologia – 4° Parte

Forex e Psicologia – 4° Parte

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
7 maggio 2009



Continuamo la nostra analisi sull’importanza di effettuare una analisi psicologica del Forex. Questa analisi è importante dato che il Forex è un settore che viene influenzato dalle notizie economiche che vengono rese note dai governi del mondo. E’ importante capire e prevedere il comportamento dei mercati, e dunque dei suoi operatori, a seguito delle notizie rese note.

bank-of-japan

Il terzo punto che prendiamo in considerazione per questa analisi è l’analisi degli effetti della paura e degli interventi. Dato che il Forex è il mercato finanziario più grande del mondo, non esiste attualmente nessun governo o nessuna istituzione finanziaria che possa, da sola, influenzare l’andamento del trend. In ogni caso qualche nazione usa il potere delle loro banche centrali per influenzare il più possibile l’andamento del mercato, sia sul breve periodo che sul lungo periodo.
Ad esempio, nel 2002 la banca centrale del Giappone intuì un possibile veloce deprezzamento del dollaro contro lo yen giapponese e iniziò una serie di esportazioni a prezzi alquanto competitivi verso gli USA. Per poter arrestare questo trend furono piazzati degli ordini in dollari americani di importo pari a 10 miliardi di dollari in pochi minuti.
La reazione immediata del mercato fu un salto del dollaro di oltre 150 punti in pochi minuti. Questa tipologia di tattica è stata usata anche altre volte per tentare di influenzare i mercati sul breve o sul lungo periodo.
L’influenza che la banca del Giappone ha ottenuto attraverso un’operazione da 10 miliardi di dollari è veramente poca cosa in un mercato che genera un ammontare di trade pari da 1,5 triliardi di dollari al giorno. Quello che ha effettivamente influenzato il mercato è stata la paura, generata da questa operazione, nell’operatitivà del dollaro contro lo yen giapponese.

Lascia un Commento