Forex, i forward e i futures

Forex, i forward e i futures

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
5 novembre 2012



Abbiamo parlato nello scorso articolo delle operazioni spot, mentre parliamo ora delle transazioni forward. Le operazioni a termine comportano l’acquisto o la vendita di una data valuta estera con regolamento a non meno di tre giorni dopo, a dei tassi di cambio che sono predeterminati. In breve, un acquirente e un venditore si accordano su un dato livello di trading in un determinato momento e ad un tasso di cambio particolare, indipendentemente da come il tasso di cambio sarà quando la transazione verrà effettivamente realizzata. Un contratto a termine può anche essere organizzato con un anticipo di massimo un anno.

Per poter bloccare il tasso di cambio ad un valore specifico, l’operatore deve essere protetto contro le fluttuazioni di valuta per la durata del contratto. I contratti a termine non sono standardizzati e non sono negoziati in borsa. Questo tipo di strumento finanziario permette al trader di approfittare, in una data futura, di tassi di cambio che sono attualmente favorevoli.

Ci sono poi i contratti futures, ovvero un contratto a termine con un importo pre-determinato, ad una scadenza impostata e con un certo grado di interesse. Un contatto future è un impegno ad acquistare o vendere una valuta entro una data di scadenza designata. Tali contratti sono standardizzati e negoziati sui mercati a termine, come ad esempio il Chicago Mercantile Exchange, noto anche come CME. Una transazione futura viene di solito effettuata entro tre mesi. I futures sulle valute sono espressi sempre in termini di valore della valuta rispetto al dollaro USA.

Queste due tipologie di investimenti sono più complesse rispetto ai classici contratti spot ma, nonostante questo, danno al trader un certo livello di sicurezza in più rispetto ai contratti spot già citati, dato che essi non offrono adeguato livello di protezione. Nel prossimo articolo andremo a vedere anche altri tipi di contratti, come ad esempio gli swap.

Lascia un Commento