Forex, il concetto di margine

Forex, il concetto di margine

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
9 novembre 2012



Quando si opera nel mercato delle valute forex è possibile aprire delle posizioni per importi anche decisamente grandi, fino a 100.000 dollari ed oltre. Come si fa se non si ha questa somma di denaro a disposizione per investire? Occorre limitarsi a delle somme più piccole? Sicuramente no, vediamo le cose come funzionano in pratica. Ipotizziamo di versare 2.500 euro sul proprio conto di trading. Tale importo è chiamato “deposito di margine”. Quando questi fondi vengono trasferiti sul tuo conto, ovvero vengono spostati dal vostro conto corrente bancario fino al conto di forex, sarà possibile iniziare ad usare la stessa somma di denaro per aprire e chiudere posizioni, iniziando a fare trading “a margine”. Il margine, in pratica, significa “in prestito”.

Il broker forex permetterà infatti di utilizzare il deposito come un margine, di solito pari all’1%. Ciò significa che se si ha un tasso di margine dell’1%, è possibile effettuare transazioni fino a 100 volte più grandi di quello che si è depositato. Nel nostro esempio, significa poter agire con delle posizioni che arrivano fino a 250.000 euro.

Se a questo punto consideriamo che la somma minima con cui è di solito possibile aprire un conto forex è di 100 euro, capiamo subito come possiamo aprire e chiudere posizioni per un massimo di 10.000 euro. Ovviamente, non bisogna usare necessariamente tutta la somma a disposizione e che meno si usa e meno rischio si corre. Se non avete ancora dimestichezza con il mercato delle valute, si può iniziare a cercare un broker che meglio si adatti al proprio stile di trading. Inoltre, se non avete mai fatto forex prima di oggi e volete iniziare ad operare, magari stando comodamente a casa, la sera, dopo il lavoro, potete anche decidere di iniziare con un conto di prova, dove potete avere fino a 100.000 dollari virtuali, per poter investire senza rischio di perdere denaro reale.

Lascia un Commento