Gestione del denaro e minimizzazione dei rischi

La gestione del denaro è uno degli aspetti più importanti del forex. Anche i trader più brillanti non sono in grado di aprire posizioni in guadagno per il 100% delle volte. Considerando che nel Forex ci sono dei rischi che si corrono su base regolare, non importa quanto sei bravo negli aspetti tecnici o fondamentali del mercato delle valute, la cosa importante è capire in che maniera è possibile gestire le perdite.

Acquistare e vendere denaro nel mercato delle valute, rimanendo sempre con la giusta dose di liquidità, è uno degli aspetti più importanti della gestione del denaro. E’ sono tramite l’applicazione di tattiche diverse che aiutano a minimizzare il rischio e l’esposizione ad esso che è possibile preparare il terreno per dei ritorni costantemente positivi nel lungo periodo. Uno degli obiettivi che ci poniamo con questo articolo è quello di esplorare in che maniera è possibile mettere in pratica una corretta gestione del denaro.

Guardiamo il problema nel più semplice dei termini. Diciamo che si investe il 50% del proprio capitale in una singola posizione, magari perché si vuole tentare di sfruttare il proprio denaro in modo significativo, usando al massimo la leva finanziaria che ogni broker ci mette a disposizione. Poniamo di aver aperto una posizione negativa, cosa che può sempre capitare. Il rischio è che si finisce per perdere tutto. A questo punto dalla prossima posizione è necessario avere un ritorno del 100% sul capitale residuo solo per andare in pari. Al contrario, investire il 10% e perdere tutto consente di dover fare un ritorno di solo circa l’11% per poter tornare in pari. Se invece vuoi rischiare quasi tutto e investire l’80% in una sola posizione, se si dovesse perdere bisogna avere un ritorno del 500% per poter tornare in pari. Ancora, se si vuole rischiare il 90% del totale del proprio account con una sola posizione, sarà poi necessario avere un ritorno del 1000%.

Questa voce è stata pubblicata in Forex e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento