E’ un gioco di banche centrali: SEK e EUR sotto i riflettori

E’ un gioco di banche centrali: SEK e EUR sotto i riflettori

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
3 luglio 2014



I commercianti forex affrontano una giornata particolarmente affollata questo Giovedì. Il verdetto della BCE di luglio (11:45 GMT), la conferenza stampa mensile del presidente della BCE Draghi (12:30 GMT) e i dati sul lavoro Usa (12:30 GMT) sono tutti in programma nel corso della giornata e dovrebbero far scattare la volatilità su tutta la linea. Anche se non ci aspettiamo alcun cambiamento dalla riunione della BCE di oggi, andremo monitorando attentamente i commenti di Draghi. La ritirata della BCE da una modalità di wait and see dopo il pacchetto di stimolo annunciato il 5 giugno è tutto, o ci sono altre sorprese nascoste nel cappello di Draghi? Negli Stati Uniti, il rapporto ADP di ieri ha notevolmente sorpreso al rialzo portando i rendimenti a 10 anni sopra il 2,60%.

Il taglio dei tassi aggressivo dalla Riksbank colpisce la Corona

La Riksbank ha giocato duro nell’incontro politico di luglio, abbassando il tasso repo dallo 0,75% allo 0,25%. Gli economisti prevedevano un taglio di 25 punti base. Il driver principale dietro l’azione politica così brusca è il calo delle pressioni inflazionistiche sottostanti. I prezzi anno su anno dei consumatori potrebbero rendere più elevati in maggio (-0,2%), il recupero di aprile (-0,04% dopo il significativo calo del -0,63% a marzo, il più basso da dicembre 2009) ha mancato di un follow critico . Combinando questa bassa dinamica inflazionistica nella zona euro e il pacchetto di stimolo supplementare della BCE annunciato il 5 giugno, la Riksbank non ha avuto molta scelta in questa lotta per mantenere il suo obiettivo di inflazione ancorato al lontano 2%. Detto questo, siamo chiaramente preoccupati per l’impatto del tasso sull’indebitamento delle famiglie, sui prezzi delle case e sul comportamento dei prezzi al consumo.

Come reazione istintiva, SEK ha dominato la sessione europea del mattino. USD / SEK si trova da 6,7030 a 6,8756, colpendo i livelli più alti da settembre 2012. Trend e indicatori di momentum hanno ora invertito bruscamente. In basso, il sostegno dovrebbe iniziare a costruirsi a 6,6763. Su un modello simile, EUR / SEK è a 6,3887 (valore più alto dal novembre 2010). La resistenza chiave si trova a 9.4275/9.4300, poi a 9,5579.

Giovedi pieno di eventi per l’euro

La BCE darà il suo verdetto politico alle 11:45 GMT e si prevede che possa mantenere lo status quo ai bassi livelli storici: il tasso di rifinanziamento principale allo 0,15%, il tasso di rifinanziamento marginale allo 0,40% e quello sui depositi al -0.10%. Nella sua conferenza stampa (12:30 GMT), il presidente della BCE Draghi dovrebbe mantenere la posizione dovish. Per quanto riguarda il mercato forex, l’euro si è sostanzialmente indebolito rispetto alle altre valute.

Lascia un Commento