Gli ordini sul Forex

Gli ordini sul Forex
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
9 aprile 2009



La base delle operazioni del Forex sono i prezzi: per ogni coppia di valute, sulle piattaforme di trading, viene stabilito un prezzo. Per ogni coppia esistono due prezzi: il prezzo della domanda (sell – vendita) e il prezzo dell’offerta (buy – acquisto). La differenza tra il prezzo di domanda (sempre minore di quello di offerta) e quello di offerta viene chiamato spread. Lo spread è il compenso del broker che esegue l’ordine; solitamente lo spread è tanto più ridotto tanto più è ampio il volume di contrattazione delle valute.
Vediamo quali ordini possono essere immessi in questo mercato:
STOP LOSS ORDER: prevede la vendita se il prezzo raggiunge o è inferiore al limite stabilito dal trader al momento dell’ordine.
LIMIT ORDER: il trader inserisce un prezzo limite (cioè il limit order) su una coppia di valute; viene posta come condizione che il prezzo della coppia di valute prescelta non possa essere superiore (se long) o inferiore (se short) al prezzo inserito. Si usa utilizzare il termine short per chi effettua una vendita e realizza un guadagno se il prezzo scende. Viceversa, se acquistiamo si avrà una posizione long e si guadagnerà con l’incremento del prezzo.
TAKE PROFIT ORDERS: è l’ordine base, il trader acquista o vende al prezzo che il mercato sta battendo in quel momento: può essere paragonato all’ordine “al meglio” nell’investimento azionario.
Reverberi Erica

Una risposta a “Gli ordini sul Forex”

  1. Redazione scrive:

    Grazie per i complimenti, io ti consiglio di provare ad aprire un conto di prova gratuito su cui poter effettuare “operazioni di prova” su eToro, che è un sito adatto per principianti, animato e di facile comprensione.
    …e continua a seguirci!

Lascia un Commento