Grafici forex, come si leggono

Grafici forex, come si leggono

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
12 marzo 2012



Interpretare un grafico forex è di vitale importanza per chi fa trading, dato che ti dà l’immagine di come le valute si stanno muovendo. Con la padronanza dei grafici, si può vedere se una data moneta è più forte o più debole rispetto ad un’altra e prendere una decisione in merito alla posizione da aprire.

Un grafico forex viene creato per ogni coppia di valute di valute di cui si vuole fare trading, come ad esempio la coppia di valute EURUSD o la USDJPY, oltre che per qualsiasi altra coppia di valute che si possa arrivare a vedere nella propria piattaforma di trading. In termini semplici, un grafico mostra i prezzi delle valute interessate in relazione l’una all’altra, per un certo periodo di tempo. Per esempio, il grafico della coppia di valute EURUSD ci dice in che maniera le valute USA e EUR si spostano una contro l’altra, durante il periodo di tempo in cui è stato tracciato il grafico.

Ora che si ha un grafico davanti, come lo si può leggere e che cosa significano i valori indicati nel grafico stesso? Guardando lungo la base del grafico si può vedere la sequenza temporale, che può essere ad esempio di 15 minuti, di un’ora, di un giorno, di una settimana o anche di periodi più lunghi, a seconda di come si ha la necessità. Se invece diamo uno sguardo sul lato destro del grafico, possiamo vedere dei valori in continuo movimento, ovvero i prezzi della coppia di valute che è stata riportata sul grafico. Il grafico, inoltre, ci mette in evidenza, tra le altre cose, anche i prezzi minimi e massimi che sono raggiunti dalla coppia di valute considerata durante il periodo di riferimento del grafico. Nel prossimo articolo andremo a vedere altre importanti informazioni in merito allo studio dei grafici Forex e a come essi sono fondamentali.

Lascia un Commento