Grafici forex e idee di lettura

Grafici forex e idee di lettura

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
17 aprile 2009



Vediamo in questo approfondimento alcune idee di lettura dei grafici Forex. Vogliamo studiare in che maniera possiamo leggere i grafici, senza dimenticare nessuna possibile chiave di lettura per ridurre al minimo i rischi derivanti dal trading forex.

La prima cosa da considerare è che ci sono sempre due trend da dover considerare, uno maggiore e uno minore. Il trend minore è l’inverso di quello maggiore. Aprire delle posizioni in acquisto quando i livelli dei prezzi sono al di sopra di vecchi punti di massimo e aprire delle posizioni in vendita quando, invece, i livelli di prezzo sono al di sotto dei vecchi punti di minimo è una buona idea iniziale, sempreché i movimenti non sono ancora completi.

Un’altra cosa da ricordare è che i punti di massimo più alti indicano dei livelli di forza. Quando dunque i livelli di prezzo superano un punto di massimo molto alto, significa che il trend è forte. Solitamente la maniera migliore per fare guadagni è seguire il trend maggiore, benché non andare mai contro il trend principale potrebbe farci perdere diverse opportunità di fare profitto, ad esempio in caso di ritracciamenti.

Spesso accade che quando un importante livello di supporto o di resistenza sono stati rotti, questo è seguito da una reazione che fa tornare i livelli del prezzo al di sotto del livello di supporto o di resistenza appena rotto. I ritracciamenti sono assolutamente naturali in un trend, per cui imparare a sfruttarli al meglio è senza dubbio un ottimo modo per fare degli interessanti profitti.

Dopo un lungo andamento in positivo o in negativo del trend, solitamente c’è un movimento del trend nella direzione opposta. Aprire delle posizioni in vendita o delle posizioni in acquisto, a seconda se il trend principale sia in salita o in discesa, è sicuramente un buon modo per poter fare profitti.

Lascia un Commento