Guadagnare utilizzando gli indicatori tecnici, parte 3

Guadagnare utilizzando gli indicatori tecnici, parte 3

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Lavorare da Casa col Forex
Ultimo aggiornamento:
5 dicembre 2011



Concludiamo il discorso sugli indicatori tecnici iniziato nello scorso articolo andando a parlare dei diversi indicatori tecnici che ci sono e che si possono usare quando si fa forex.

Per prima cosa possiamo vedere gli indicatori di tendenza, ovvero quelli che indicano la direzione di un trend o anche la forza delle tendenze dei prezzi, in modo da poter aprire e chiudere posizioni. Alcuni esempi concreti di questi indicatori sono le medie mobili, il Directional Movement Index (DMI), l’oscillatore MACD, l’Oscillatore di Previsione e il Parabolic SAR.

Gli indicatori Momentum, che sono un secondo tipo di indicatori, mettono in evidenza quanto siano forti i movimenti di mercato. Tali indicatori operano in anticipo rispetto al movimento reale del prezzo, permettendo al trader di fare delle previsioni sull’andamento delle valute. Alcuni indicatori mostrano anche se il mercato è in una situazione di ipercomprato o di ipervenduto, che quindi si può iniziare a correggere. Alcuni esempi di questi indicatori sono l’oscillatore stocastico, il Relative Strength Index, noto anche come RSI, il Commodity Channel Index e l’oscillatore Momentum Chande.

Gli indicatori di volatilità danno ai trader un’idea di quanto rischio sia coinvolto in una data posizione, aiutando i trader stessi a decidere di conseguenza la grandezza delle posizioni da aprire. Questo gruppo di indicatori comprende quello che misura la volatilità storica, quello che calcola la volatilità implicita, l’Average True Range e le bande di Bollinger.

Un ultimo gruppo di indicatori è quello di volume, che fornisce delle utili informazioni che gli operatori possono utilizzare per prevedere degli sblocchi e delle inversioni. Alcuni esempi di questi indicatori sono l’indicatore Volume, l’On-Balance Volume, l’indicatore Open Interest e il Flow Marc Chaikin.

Utilizzando gli indicatori tecnici nel Forex, optando per quelli con cui ci si sente meglio, si possono avere delle utili indicazioni sulla direzione delle posizioni, al fine di raggiungere al meglio l’obiettivo di trarre profitto dal forex trading.

Lascia un Commento