Forum Forex

I cicli nel Forex

I cicli nel Forex
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
15 giugno 2009



Uno dei presupposti si cui si basa la borsa in generale e, di conseguenza, anche il Forex, è la ciclicità: questo significa sostanzialmente che un dato valore assunto da una valuta o da un indice, tenderà in futuro ad essere riassunto da quella stessa valuta o da quello stesso indice.

Bisogna però fare alcune precisazioni in merito a questa affermazione: innanzitutto bisogna tener presente che i cicli non sono mai regolari; è una cosa del tutto normale, perché si tratta ci cicli economici e non di esperimenti.
La seconda considerazione da fare in merito è che la distanza tra massimo e minimo è molto più irregolare rispetto alla lunghezza dei cicli.
La terza è che a volte il trend legato al nostro ciclo è talmente forte che è particolarmente difficile individuare la parte perioda del ciclo stesso.

A cosa serve analizzare i cicli nel Forex ? Dai cicli dipende la volatilità, ovvero che la volatilità è ciclica. Significa che la volatilità, una volta raggiunto il suo massimo, tende a riscendere; quando arriverà al suo minimo, invece, tende a risalire riprendendo il ciclo iniziato in precedenza.

Il più popolare tra gli indicatori ciclici sono le onde di Elliott. Secondo Elliott tutte le manifestazioni sono riconducibili ad un ciclo, che è regolato da leggi naturali ben strutturate. Il metodo si basa sull’abitudine di intervallare momenti di sviluppo a momenti di rafforzamento o di discesa; tutti questi movimenti si ripetono in maniera ciclica, contribuendo ad ampliare la durata temporale e l’escursione dei prezzi.
Integrare la teoria del ciclo delle onde di Elliott con le basi dell’analisi tecnica ci permetterà di individuare con maggior precisione possibile le evoluzioni future del mercato.

Reverberi Erica

Lascia un Commento