I dividendi 2009…ridotti

I dividendi 2009…ridotti
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Economia mondiale
Ultimo aggiornamento:
2 marzo 2009



Per dividendo si intendono gli utili che una società decide di distribuire ai suoi azionisti alla fine di ogni esercizio contabile, come remunerazione del capitale investito; la decisione spetta all’assemblea degli azionisti che può anche decidere di non distribuire il dividendo per poter reinvestire gli utili oppure per coprire perdite e debiti accumulati nelle gestioni precedenti.

Esso corrisponde alla differenza tra gli utili conseguiti e la parte di utili utilizzati per le riserve societarie e può essere distribuito anche sotto forma di nuove azioni (stock dividend); i dividendi sono pagati in genere annualmente per le società italiane e trimestralmente per quelle americane.
A Wall Street le grandi compagnie americane quotate, fortemente toccate dalla recessione, devono far respirare i conti e quindi iniziano i primi tagli dei dividendi; venerdì General Electric ha comunicato il dividendo trimestrale che sarà di 10 centesimi di dollaro. Una diminuzione del 68% rispetto ai 31 centesimi di dollaro del dividendo precedente.
Gli analisti di Standard & Poor’s stimano che, nell’intero anno, le cedole staccate dalle società del paniere americano si ridurranno del 23%. D’altro canto, la decisione di General Electric non è isolata, il taglio è già stato annunciato da altri colossi come Jp Morgan, Motorola e il New York Times.

Anche a Piazza Affari sarà un anno difficile per gli investitori che hanno sempre puntato su titoli azionari che garantivano un rendimento periodico elevato tramite il dividendo; Enel ed Eni dovrebbero ancora garantire alti rendimenti, ma titoli come Unicredit e Intesa Sanpaolo hanno già annunciato che lo pagheranno in azioni, come se si trattasse di un aumento di capitale gratuito.

Reverberi Erica

Lascia un Commento