I grafici (1°parte)

I grafici (1°parte)
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Grafici Forex
Ultimo aggiornamento:
7 maggio 2009



I grafici sono delle informazioni visuali utilizzate da chi vuole effettuare un’analisi tecnica del mercato e rappresentano dati numerici e indicazioni relative al movimento dei prezzi in un determinato periodo temporale, che può essere impostato in mesi, giorni, ore, minuti, a seconda dell’analisi che si vuole effettuare.

I grafici sono di grande aiuto per chi vuole comprendere grandi quantità di dati sulla variazione dei prezzi in un determinato arco di tempo; molti trader utilizzano i grafici basandosi su dati giornalieri per prevedere movimenti a breve termine, altri invece preferiscono basarsi su dati di settimane o addirittura mensili per prevedere i trend che possono verificarsi nel lungo termine.

Solitamente nei grafici viene posto sull’asse delle X l’arco temporale, mentre sull’asse delle Y vengono impostati i prezzi (cioè i valori della coppia di valute presa come riferimento). Solitamente come default viene considerata la coppia di valute EUR/USD, ma è anche disponibile l’andamento di altre coppie di riferimento, come USD/GBP o EUR/GBP e moltre altre.

Nel Forex esistono vari tipi di grafici, ma i più diffusi sono i grafici a barre, lineari e i grafici giapponesi (o candlestick).

GRAFICI LINEARI: è il più semplice grafico ed anche il più popolare ma viene poco utilizzato poiché fornisce poche informazioni su cosa è avvenuto durante il periodo di tempo preso in considerazione ma solamente i prezzi di chiusura in un determinato intervallo. Il grafico consiste nell’unione di due punti attraverso una linea che percorre l’asse X; i punti corrispondono ai prezzi close di una coppia i valute. Sull’asse X, come detto, viene inserito l’arco temporale, mentre sull’asse Y vengono rappresentati i valori raggiunti dalla coppia di valute.

Reverberi Erica

Lascia un Commento