I grafici: la BARRA DI ESAURIMENTO

La barra di esaurimento è da ritrovare al fine di un trend e ne indica la possibile inversione dello stesso: se analizziamo un grafico candlestick, ossia il grafico a candela, possiamo osservare che al di sopra e al di sotto delle candele (di colore verde o di colore rosso), ci sono delle linee verticali che proseguono.

La linea verticale che prosegue al di sopra, indica che la quotazione è arrivata sino al suo punto massimo per poi scendere, mentre la barra che prosegue al di sotto, ci indica che la quotazione è arrivata al suo punto minimo e poi risale.
Occorre tener presente però, che per poter rilevare un’inversione di tendenza, occorre che la chiusura deve essere situata nella parte superiore della barra per avere un’inversione rialzista; per avere un’inversione ribassista invece deve essere posizionata nella metà inferiore.

Possiamo prevedere un’inversione di trend utilizzando due barre di esaurimento; la prima delle due barre mantiene la stessa direzione del trend principale. Ad esempio se abbiamo un trend rialzista, si avrà una chiusura positiva; il prezzo di apertura sarà simile al massimo della barra precedente. Qui i traders sono spinti a vendere e il mercato così crolla, con conseguenti cali delle quotazioni dei titoli, degli indici e delle valute.

Le barre ad esaurimento singole sono molto più applicabili rispetto alle doppie barre, poiché quest’ultimo metodo presuppone la presenza di un trend molto lungo.

Reverberi Erica

Questa voce è stata pubblicata in Grafici Forex e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento