I Migliori Trade – Ultima Parte

I Migliori Trade – Ultima Parte

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
2 maggio 2009



Vediamo l’ultima parte di questo interessante approfondimento sui più grandi ed importanti trade che siano mai stati realizzati nel settore del Forex. Dopo aver visto il trade di Andy Krieger e quello di Druckenmiller, ora vediamo il trade compiuto da Soros contro la sterlina inglese.

Siamo nel corso degli anni 90. La sterlina inglese era nettamente superiore al marco tedesco, nonostante le due nazioni versavano in alcune difficoltà economiche. La Germania era un paese molto forte, nonostante le difficoltà per la recente riunione, ma l’Inghilterra voleva mantenere il valore della sua sterlina oltre 2,7 marchi tedeschi. Il Regno Unito, per mantenere questo rapporto di cambio, lasciò degli elevati tassi di interesse e un’alta inflazione. Chiese alla Germania un tasso di cambio fisso di 2,7 marchi tedeschi contro una sterlina, a condizione di poter entrare nell’European Exchange Rate Mechanism (ERM).

Molti speculatori, George Soros tra loro, si chiedevano per quanto tempo il tasso fisso potesse combattere le forze di mercato. Iniziarono dunque ad aprire delle posizioni al ribasso contro la sterlina. Il Regno Unito, per attrarre investitori, aumentò i suoi tassi di interesse, fino a portarli oltre il 10%. Lo scopo era quello di attrarre investitori e aumentare, in maniera artificiosa, il valore della sterlina.

Pagare degli interessi, in ogni caso, costa molto denaro. Il Regno Unito si accorse che aumentare in questo modo il valore della loro valuta avrebbe fatto perdere miliardi di dollari. Dunque si tirò fuori dall’ERM e il valore della sterlina precipitò contro il marco tedesco. Soros realizzò almeno un miliardo di dollari da questa transazione.

Anche in questo caso possiamo vedere come realizzare dei profitti è stato l’effetto di un’intuizione, ovvero quella del crollo della sterlina inglese.

Come diciamo sempre, bisogna stare molto attenti alle notizie che ci circondano, dato che sono assolutamente importanti per capire come il mercato si sta muovendo.

Lascia un Commento