I Volumi di Contrattazione

I Volumi di Contrattazione

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
16 marzo 2009



Il volume di contrattazione è uno degli elementi fondamentali per poter analizzare correttamente l’andamento di un trend e poter operare nel Forex stesso. Secondo gli elementi della teoria di Dow il volume di contrattazione serve per poter confermare le rotture, le violazioni e la tendenza di mercato.

Infatti per poter decidere sull’apertura di un trend non è sufficiente analizzare solo la direzione del trend, ma è necessario analizzarne anche i volumi. Sostanzialmente, il volume di un trend è la quantità di operazioni che vengono fatte dai vari trader. In un grafico è possibile riconoscere quando dei trend hanno degli alti volumi dall’ampiezza del corpo centrale della candela di riferimento. Maggiore è il corpo della candela e più grandi sono i volumi scambiati. Ovviamente dei volumi forti indicano che molti operatori effettuano operazioni nella stessa direzione.

I volumi sono utili per poter definire i pattern grafici di continuazione e di inversione.

Ad esempio, se un trend al rialzo, per essere realmente tale, dovrà essere supportato da dei volumi abbastanza sostenuti. Se invece il mercato sale, seppur con notevole fretta e di molti punti, ma senza i volumi che li stostengono, il trend al rialzo potrebbe essere in realtà “finto” ed invertirsi quanto prima. Allo stesso modo, ma ovviamente facendo il discorso al contrario, una tendenza al ribasso dovrà avere dei volumi di vendita adeguati per poter essere considerata realmente al ribasso.

Vediamo quindi come lo studio dei volumi ci permette di fare operazioni Forex in maniera semplice e ci consente di capire più chiaramente che tipo di operazioni possiamo fare con una maggiore sicurezza e quali, invece, sono più a rischio di errore.

Lascia un Commento