Il breakout (2°parte)

Il breakout (2°parte)
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
13 giugno 2009



Il Breakout è il momento in cui avviene la rottura di un supporto o di una resistenza, ed è una mossa che porta ad un cambio di direzione di un prezzo.

Durante l’arco della giornata possono crearsi differenti punti di rottura, che vengono chiamati anche “bounces”: è quindi consigliabile prendere in considerazione periodi temporali più estesi, considerando le fluttuazioni del prezzo della coppia di valute considerata e la stabilità di esso, senza aver troppa fretta di ottenere guadagni immediati.

Una delle strategie più famose del Forex è quella di seguire i Breakout dei livelli raggiunti nella prima mezz’ora delle contrattazioni; si tratta quindi di seguire la prima violazione che viene effettuata; i break out sono il segnale di un’imminente volatilità dei prezzi.

Se il trend è negativo, il trader prevederà una diminuzione del prezzo e deciderà per una posizione long, mentre se il break out passa la linea di supporto, si pensa che il prezzo della coppia di valute aumenti e sarà quindi opportuno optare per una posizione short.

Si ha quindi un trend è positivo (bullish) in caso di break out della linea di resistenza, o negativo (bearish) se viene oltrepassata la linea di supporto.

Per poter attuare questa tecnica, occorre creare un grafico in grado di farci vedere i punti di massimo e di minimo: il grafico più idoneo è un candlestick dove verranno rappresentate due linee orizzontali, una in corrispondenza del massimo raggiunto e una in corrispondenza del minimo.

Reverberi Erica

Lascia un Commento