Il calcolo dei profitti e delle perdite

Il calcolo dei profitti e delle perdite
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
2 maggio 2009



Nel Forex i profitti e le perdite vengono calcolati in PIPS; il PIP è anche chiamato “TICK” e rappresenta l’incremento minimo di una valuta. L’unità minima di un PIP corrisponde a 0,0001, ad eccezione dello Yen Giapponese dove corrisponde a 0,01.
Il valore di un PIP si riferisce alla quantità di denaro guadagnata/persa per ogni PIP guadagnato/perso durante una transazione Forex. Si misura in PIP anche lo spread che deve essere pagato al broker per ogni posizione aperta.

Vediamo come viene calcolato il valore di un PIP per le varie coppie di valute:

VALUTE DIRETTE : dove la valuta USD è la valuta quotata (ad esempio EUR/USD, AUD/USD, GBP/USD):
Valore PIP=1 pip x trade size (valore scambiato in dollari).

VALUTE INDIRETTE: dove la valuta USD è la valuta base (ad esempio USD/CAD):
Valore PIP=1 pip x trade size/prezzo di cambio corrente

VALUTE CROSS: ad esempio EUR/GBP:
Valore PIP=1 pip x trade size x prezzo di cambio corrente

Vediamo di calcolare profitti e perdite su un’operazione concreta:
esaminiamo la coppia base EUR/USD: compriamo 100.000 Euro a 1,3000.

Se l’Euro sale a 1,3002 e decidiamo di vendere i nostri 100.000 Euro: la differenza è di 2 PIPS, e il profitto sarà di: (0,0002×100.000)=20$

Se l’Euro scende, e noi vendiamo i nostri 100.000 Euro acquistati a 1,2998, la differenza è di 2 PIPS e la perdita sarà di (0,0002×100.000)=20$

Reverberi Erica

Lascia un Commento