Il Franco Svizzero

Il Franco Svizzero

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute, Franco Svizzero
Ultimo aggiornamento:
16 aprile 2011



Schweizer Franken in tedesco, Franc Suisse in francese e Franco Svizzero in italiano sono i nomi più comuni usati per la valuta Svizzera. I simboli utilizzati sono CHF e SFR, che è l’acronimo ufficiale.

I paesi che usano il franco svizzero in via ufficiale sono la Svizzera e il Liechtenstein, mentre in via non ufficiale il franco è usato in Hoch Büsingen am Rhein, Germania.

Il franco svizzero è la quinta valuta più scambiata al mondo, dopo il dollaro degli Stati Uniti, l’euro, lo yen e la sterlina.

Il codice ISO ufficiale in uso è CHF. Nel 1848 la Costituzione federale svizzera è diventata l’unico ente autorizzato a stampare soldi in Svizzera. Il 1850 è l’anno di introduzione del franco svizzero, con un tasso di cambio pari al franco francese.

La neutralità svizzera, il sistema bancario e il sistema giuridico hanno stabilito una regola che almeno il 40% del denaro dovrebbe essere conservato nelle riserve auree. Questo ha portato il paese ad avere la sua moneta stabilita come porto sicuro, dal 1950.

Comunque dal 1° maggio 2000 le regole sono state cambiate per modificare quanto oro la Banca nazionale svizzera conserva tra le sue riserve. Nel marzo 2005 la Banca nazionale Svizzera aveva 1.290 tonnellate di oro.

La Svizzera è uno dei pochi paesi che è emerso dalle crisi delle principali valute. La valuta svizzera si è sviluppata in maniera molto forte durante il 20°. La Banca nazionale svizzera ha due obiettivi principali, ovvero quello della stabilità dei Prezzi e quello di stabilire dei modi di pagamento sicuri, in grado di assicurare la resistenza a shock potenziali derivanti dal mercato.

Il trading sul franco svizzero è una delle coppie di valute tra le più scambiate. Il trading sul franco svizzero rispetto al dollaro, all’euro e alla sterlina sono tra gli scambi di valute più popolari fra i commercianti di forex online.

Lascia un Commento