Il margine

Il margine
Redazione

Scritto da:
Redazione
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
11 giugno 2009



Legato al concetto di Leverage esaminato nel precedente articolo, noto anche come effetto leva, troviamo il concetto di “margine”: il margine è la quantità di denaro richiesta per poter aprire e mantenere una posizione con il broker.

Ad esempio il versamento iniziale di 1.000 euro viene chiamato margine: questo importo può essere ritirato o variato nell’importo.

I concetti di Leverage e di margine sono collegati tra loro: a seconda del margine iniziale richiesto dal broker, è possibile calcolare la leva massima ottenibile con il proprio conto.
Se viene richiesto un margine dell’ 1% la leva sarà di 100:1, mentre se il margine è del 2% la leva sarà di 50:1, e se il margine è del 5% la leva sarà di 20:1.

Ripetiamo il concetto che la leva è una grande occasione per il trader che può acquistare o vendere grandi volumi di una coppia di valute avendo a disposizione una minima parte dell’importo movimentato. Le possibilità di guadagno sono amplificate così come i rischi di perdite.

Questo non deve terrorizzare l’investitore: anche con una leva 100:1 le possibilità di perdita sono quasi sempre esigue poiché è difficile che in un solo giorno una coppia di valute abbia un’oscillazione forte. Per cercare di tutelarsi da improvvise ed inattese variazioni, si può attuare la strategia di gestione degli “stop loss” cioè fissando dei limiti di perdita.

Reverberi Erica

Lascia un Commento