Il mercato del Forex durante le crisi

Il mercato del Forex durante le crisi

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Forex
Ultimo aggiornamento:
2 giugno 2011



Qualche tempo fa è iniziata una grande crisi economica. A seguito di questo la vita di molte persone è diventata difficile. La cosa più grave è stata una diminuzione dei guadagni, cosa che ha portato ad un cambio dello stato delle cose. In molti paesi la disoccupazione è aumentata e i volumi di produzione sono diminuiti. Quasi tutti i paesi hanno iniziato una politica anti crisi a livello locale e internazionale, ma la vittoria sembra essere ancora lontana. Nel frattempo, il mercato Forex rimane lo stesso.

Recentemente diversi paesi hanno immesso soldi nella loro economia. In questo modo lo Stato cerca di sostenere il settore bancario. Nel frattempo, questo tipo di sostegno influenza le fluttuazioni dei prezzi sul mercato valutario fornendo una buona occasione per guadagnare denaro con il mercato delle valute. La cosa più importante per un trader è che egli deve essere attento e disciplinato, in modo da evitare grosse perdite durante i periodi di forti variazioni nei tassi di cambio.

Ma non bisogna dimenticare che vi è anche una forza supplementare che influenza il mercato. Si tratta della reazione di panico dei partecipanti. Questa forza ha un grande impatto sul clima del mercato, sullo stato delle cose e sullo sviluppo delle situazioni attuali.

In tal modo il periodo di crisi potrebbe trasformarsi, con il forex, in possibilità di profitto. E’ naturale che delle variazioni, come il crollo nel valore delle valute, può anche essere un nemico per il trader. Ma non bisogna dimenticare che, anche se si perde, questi momenti ti permettono di compensare tali sconfitte con dei guadagni anche di notevole quantità.

Naturalmente bisogna studiare bene l’andamento del mercato e cercare di prevederlo nel modo migliore possibile. Questo è uno dei motivi per il quale operare nel mercato delle valute potrebbe essere davvero una cosa interessante e da non perdere.

Lascia un Commento