Il petrolio scende ancora

Dopo un rapido picco sopra i 40$ dollari al barile, che lo avevo portato sopra i 42, il prezzo del petrolio è prontamente retrocesso sotto i 40$, ed attualmente naviga tra i 38,6 e i 39.

La recente decisione dell’OPEC di tagliare la produzione di oltre 4 milioni di barili al giorno, rispetto a 3 mesi fa, ha probabilmente provocato maggior reazione da quanto ci si aspettasse.
Inoltre la crisi del Medio Oriente sta giocando un ruolo fondamentale sulla psicologia degli speculatori, intimoriti dall’aumenta delle scorte e, soprattutto, dalle possibilità di caduta della domanda.

Le previsioni per il 2009 vedono un trend nettamente invertito: il crude potrebbe anche scendere fino a 30$ al barile per i primi mesi secondo Goldman Sachs, ma in seguito sono tutti convinti che ci sarà un netto rialzo. Per il greggio si parla addirittura di prezzi attorno i 60$ al barile verso maggio, in concomitanza con la maggiore azione dell’OPEC.

Questa voce è stata pubblicata in Materie prime e metalli, Petrolio e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento