Il rame martellato sulle preoccupazioni della Cina, TRY si indebolisce

Il rame martellato sulle preoccupazioni della Cina, TRY si indebolisce

Scritto da:
The Economist
Categoria:
Analisi Valute
Ultimo aggiornamento:
12 marzo 2014



cinaI mercati emergenti sono sotto pressione oggi. Le difficoltà annunciate in Cina, combinati al default di Chaori Solar la scorsa settimana e al 18 % di contrazione delle esportazioni, sollevano delle preoccupazioni sulla ripresa cinese. I prezzi del rame sono in calo a causa della dissolvenza della domanda di finanziamento. Lo Yuan perde terreno contro l’USD sul commercio onshore e offshore. USD/CNY è avanzato a 6,1470, mentre USD/CNH ha colpito quota 6,1500 a Hong Kong oggi. In Turchia, il significativo miglioramento del disavanzo delle partite correnti è stato compensato dalle crescenti tensioni politiche prima della fine delle elezioni di marzo. USD/TRY è salito a 2,2588 a Istanbul questa mattina, EUR/TRY testa quota 3,1300.

I prezzi del rame in calo sui timori cinesi

I prezzi del rame sono sotto pressione di vendita da venerdì scorso. Il prezzo del contratto di rame è sceso a circa 30 dollari, i valori di default obbligazionari nazionali cinesi sono sotto inchiesta. Gli impatti sugli altri mercati finanziari sono stati limitati fino ad ora, le implicazioni di medio-lungo periodo meritano una discussione più approfondita.

In Cina il default di Chaori Solar, la scorsa settimana, e la notizia che un’altra società solare è in difficoltà (sospensione dalle negoziazioni non ancora insoluta) pesano in modo chiaro sui mercati dei metalli; la domanda di finanziamento minore è il motivo principale della vendita del rame. In realtà, i metalli sono strettamente legati agli affari finanziari, con circa il 60 delle importazioni di rame in Cina che sono utilizzate come garanzia per i prestiti da molti anni. Anche se è difficile stimare la quantità di rame coinvolta nelle operazioni finanziarie, la cosa è sufficiente per innescare una pesante vendita, quando il rischio di credito entra in gioco. L’inasprimento della domanda di rame è un segnale che non offre sostegno per il recupero cinese.

La crescita cinese rallenta, il rischio di credito più elevato e le condizioni di credito più rigide in maniera improbabile andranno a favorire la domanda industriale.

Ecco cosa accade in Turchia

Il disavanzo delle partite correnti della Turchia si è ridotto da USD 8.32 miliardi a USD 4.88 miliardi nel mese di gennaio. I prezzi dell’energia più bassi favoriscono le esportazioni, mentre i disordini politici hanno mantenuto le importazioni in calo a causa della fiducia dei consumatori al ribasso all’inizio di quest’anno.

MPC terrà la sua riunione mensile regolare il prossimo martedì. I tassi dovrebbero essere mantenuti invariati ai livelli attuali. Dato il contesto attuale, un adeguamento di rischio-rendimento sui tassi della politica sarebbero un segnale importante in previsione del maggiore rischio politico per le settimane a venire.

Lascia un Commento