Il trading online e le sue caratteristiche principali

Il trading online e le sue caratteristiche principali
Antonio Parisi

Scritto da:
Antonio Parisi
Categoria:
Trading operativo e analisi tecnica
Ultimo aggiornamento:
19 aprile 2013



Sono tante le domande delle persone che si vogliono affacciare al mondo del trading e dei mercati, ma non sanno da dove cominciare.
Cerchiamo in qualche riga di racchiudere il significato di trading online descrivendone le sue caratteristiche principali.

La terminologia, dalla piazza al PC

Innanzitutto il significato dei termini utilizzati da esperti e telegiornali, è fondamentale. Trading in inglese significa comprare/vendere. Quotidianamente noi operiamo delle transazioni, offrendo denaro in cambio di un servizio e questo è quello che succede anche sul mercato azionario.
Molti soggetti solo per pigrizia o non voglia di dedicarsi alla gestione del proprio denaro, delegano queste attività di scelta d’investimento alle banche, ai promotori, non sapendo però in quale modo questi operano, su quali basi prendano le loro decisioni e quindi rimanendo ignoranti in materia.
Le nuove tecnologie ci hanno dato il potere di operare direttamente da casa, seduti su di una comoda poltrona utilizzando il proprio PC e acquistando e vendendo strumenti finanziari via website.
Questo non accadeva quando alla nascita delle prime borse chi voleva acquistare un titolo di una società doveva recarsi direttamente alla piazza contrattando e inevitabilmente perdendo molto tempo.
I privilegi nelle operazioni di tipo on-line sono i minori costi di commissione stimati per l’investitore e la possibilità di essere aggiornati correttamente sull’andamento di un particolare titolo o della borsa in generale, utilizzando grafici e informazioni utili, per effettuare con maggiori dati le scelte d’investimento.

La nascita del mercato e i suoi operatori

Quando compri un’azione, stai acquistando un “pezzetto” di una società che t’interessa con l’obiettivo di ottenere un profitto.
L’azienda che si quota lo fa perché vuole ottenere liquidità per promuovere la propria crescita, quindi entra sul mercato e offre un “pezzetto” da vendere a un determinato prezzo, a un acquirente che sarà d’accordo o meno con la proposta; cosi nasce il mercato.

Questo tipo di attività comprende vari modi di eseguire da parte degli investitori.
In base alle tempistiche con cui si decide di operare avremo diverse tipologie di operatori:
– Scalping, operazioni svolte in un breve lasso temporale (qualche minuto).
Il soggetto che compie operazioni giornaliere è detto day trader, mentre gli open trader accedono al mercato nella fase “random”.
E’ necessario prendere in seria considerazione alcuni importanti aspetti da analizzare prima di ogni decisione:
– L’andamento generale del mercato sul quale si sceglie di investire.
– L’andamento del titolo specifico selezionato
– Eventi generali che condizionano il mercato.
– Analisi tecnica di grafici e dati attraverso i quali le nostre scelte saranno più ponderate.

Le giuste valutazioni, il buon senso e il profitto

Per chi investe il proprio denaro, rischiandolo sul mercato azionario, ha come obiettivo finale quello di ottenere un profitto e quindi occorre utilizzare costantemente buon senso negli investimenti, sapendo valutare quando è meglio accontentarsi piuttosto che perdere l’intero ammontare.
Un’adeguata informazione e un aggiornamento continuo sono le basi per ottenere un buon risultato finale dal proprio investimento.
E’ importante sapere quando acquistare e quando cedere, quali azioni scegliere in base alle proprie attese e possibilità, studiando ed esaminando tutti i vari fattori che influenzano l’andamento del mercato; ricordiamoci che la borsa non è solo fortuna ma sopratutto intuito e analisi degli andamenti.

Lascia un Commento